Italia ancora senza governo, ecco chi sarebbe stato il Ministro dell'Istruzione

La scuola è ancora senza Ministro dell’Istruzione. Sergio Mattarella ha deciso, questo governo non s’ha da fare. Il Presidente della Repubblica aveva accettato tutti i Ministri presenti nella lista proposta dal Premier incaricato Giuseppe Conte tranne uno. Come è ormai noto trattasi di quello di Paolo Savona che nelle idee di Di Maio e Salvini doveva essere il nuovo Ministro dell’Economia. I due leader e il Presidente del Consiglio incaricato hanno deciso di non proseguire il cammino ritenendo inaccettabile il veto del Capo dello Stato. Il Ministro dell’Istruzione scelto era Marco Bussetti, andiamo a scoprire chi è colui che avrebbe dovuto guidare e rilanciare la scuola nei prossimi anni.

Il Ministro dell’Istruzione mancato

Il nome di Bussetti era stato indicato dal leader del Movimento 5 Stelle Luigi Di Maio attraverso i social. Marco Bussetti ha una laurea specialistica Magistrale in Scienze e Tecniche delle attività motorie preventive e adattata. Attualmente è Dirigente dell’Ufficio X dell’USR per la Lombardia – A.T. di Milano. Come abbiamo detto in precedenza il suo nome era stato accettato e condiviso dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. Finalmente dopo giorni di attesa si poteva cominciare a lavorare sul futuro del mondo scolastico e mettere mano a tutti quelli accorgimenti necessari per raddrizzare una scuola sempre meno al centro delle attenzioni politiche negli anni scorsi. Tutto però si è incagliato sul nome di Paolo Savona come il Presidente della Repubblica ha avuto modo di spiegare ampiamente. Il Premier incaricato Giuseppe Conte ha rimesso il proprio mandato e a questo punto bisogna attendersi, come ammesso dallo stesso Mattarella, novità e azioni nelle prossime ore. L’unica certezza è che la scuola continua a non avere una guida e un suo Ministro.
 

Potrebbe interessarti:  Scuola, Legge di Bilancio 2019: ecco tutte le priorità, infanzia e Sud col circoletto rosso