Scuola: delusione e malcontento tra gli insegnanti per gli arretrati
Scuola: delusione e malcontento tra gli insegnanti per gli arretrati

Sono finalmente arrivati i tanto desiderati e attesi arretrati per il corpo insegnante. Tutti gli aventi diritto attendevano con molta trepidazione la fatidica data del 28 maggio per avere finalmente ciò che loro spettava. Alcuni hanno avuto l’accredito in mattinata, altri hanno dovuto attendere l’arco della giornata ma i soldi sono arrivati a destinazione. Il problema c’è però, ed anche grosso a sentire la voce dei docenti. Le cifre accreditate non hanno convinto molti ed hanno fatto sobbalzare alcuni. Il personale docente e ATA è rimasto infatti molto deluso, soprattutto per la tanta attesa.

Ecco gli arretrati per i docenti

Gli arretrati sono arrivati ma gran parte degli insegnanti non sembra essere per niente soddisfatto. La cifra che si sono visti accreditare non li ha convinti affatto. Molti i commenti negativi e le perplessità. Quella che doveva essere una giornata felice per i docenti si è trasformata in una vera e propria beffa. Diversi insegnanti si aspettavano di più, facendo i calcoli proprio non riescono a capacitarsi e non capiscono perché abbiano ricevuto una somma inferiore. Alcuni per gli anni di servizio maturati si attendavano arretrati più consistenti. Facendo calcoli rispetto alle indicazioni ricevute anche i dipendenti ATA non ci stanno. In sostanza applicando le tabelle pubblicate i conti sembrano non tornare. Un po di caos è sicuramente stato fatto, in molti non comprendono cosa sia racchiuso nella somma ricevuta, tutti gli arretrati o solo una parte di essi? Molte situazioni analoghe tra colleghi non portano alla stessa cifra. Il personale docente e ATA attende doverosi chiarimenti.

Potrebbe interessarti:  Cedolino NoiPA stipendio novembre 2018 e pagamenti