Scuola: proposta Intelligenza emotiva come nuova materia
Scuola: proposta Intelligenza emotiva come nuova materia

Un nuovo disegno di legge propone l’introduzione nella scuola italiana dell’Intelligenza emotiva come nuova materia di studio. Questo per sollecitare l’alfabetizzazione emozionale. Il parlamento dunque, dopo aver votato la fiducia al nuovo Governo che vede Giuseppe Conte come premier, avrà già a disposizione più di un input legislativo riguardo l’istruzione. In poche parole, oltre all’educazione civica (come materia a sé stante da affidare a professionisti esperti in norme giuridiche ed amministrative) a breve potrebbe essere proposto anche l’insegnamento speciale riguardante l’alfabetizzazione emozionale.

Scuola: la proposta dell’onorevole Bellucci

Come scritto sul blog di Stefano Centonze, tale argomento è stato anticipato dall’onorevole Teresa Bellucci. L’idea sarebbe quella di proporre, almeno per un’ora a settimana, la materia di intelligenza emotiva. Come leggiamo dal blog in questione: ‘ai fini dell’apprendimento, l’alfabetizzazione emozionale è importante almeno come la matematica e la lettura‘.
Una delle maggiori esponenti della cosiddetta Scienza del Sé è Karen Stone McCown. Costei ha elaborato tale materia presso il Nueva Learning Center di San Francisco, una struttura all’avanguardia riguardo lo studio dell’Intelligenza emotiva. Tutto nasce negli USA durante gli anni ’60 del secolo scorso, con la diffusione del movimento riguardante l’educazione affettiva.
L’insegnamento della materia non coinvolge semplicemente la sola didattica, ma la stessa struttura della classe. Ad esempio, sarebbe opportuno in tal caso una disposizione circolare dei banchi e delle sedie degli alunni, così come far lavorare questi divisi in piccoli gruppi. E’ consigliabile poi avvalersi anche dell’e-learnig, senza però tralasciare il concetto base, quello emozionale

Scuola: come controllare al meglio le emozioni

L’intelligenza emotiva si basa sul fatto che quotidianamente ognuno di noi provi delle emozioni più o meno intense. L’emozione è un fenomeno multicomponenziale, in quanto si basa su diversi elementi quali l’attivazione fisiologica, la tendenza a compiere delle determinate azioni, la valutazione cognitiva di un evento e l’espressività. Tutti argomenti interessanti che potrebbero essere approfonditi in questa nuova materia scolastica.
Fonti:
Orizzontescuola.it
Stateofmind.it