Scuola: la Lega è già al fianco degli insegnanti
Scuola: la Lega è già al fianco degli insegnanti

La Lega sta già dando prova di mantenere quanto promesso in campagna elettorale e tramite il contratto di governo. L’esecutivo e il Ministro dell’Istruzione si sono insediati, ora si deve passare dalle parole ai fatti. Sono molte le situazioni in sospeso in ambito scolastico, cominciare a risolverle non farebbe di certo male a tutto il movimento. Partire con il piede giusto è e deve essere una priorità. La Lega a Terni ha subito dato prova di voler risolvere alcune cose molto importanti lasciate senza soluzione dal precedente governo. Un rappresentante del Carroccio ha incontrato una delegazione di maestre.

La Lega al fianco delle maestre

La Lega ha fatto capire di voler lavorare da subito alla risoluzione dei parecchi problemi che investono il mondo scolastico. Ha cominciato da Terni dove si è svolto un incontro tra il Responsabile Scuola della Lega Mario Pittoni e una delegazione di maestre. L’oggetto dell’incontro è da ricercarsi nella sentenza del consiglio di Stato, le maestre presenti al confronto sono tutte escluse dal ruolo e dalle graduatorie. Attualmente sono a rischio licenziamento circa 55 mila maestre e maestri. Solo a Terni e provincia sono 150 che potrebbero venire penalizzati da questo provvedimento. La preoccupazione riguarda anche il regolare inizio del prossimo anno scolastico. Il senatore Mario Pittoni ha promesso tutto l’impegno necessario per arrivare per una soluzione favorevole della vicenda. Le insegnanti ternane saranno inoltre ricevute la prossima settimana al Senato. Il decreto che doveva prevedere lo stato di urgenza non è stato minimamente preso in considerazione dall’ex Ministra dell’Istruzione Valeria Fedeli.
 

Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato docenti e ATA ultime notizie: novità con l'emendamento alla LdB 2019