Roberto Speranza (LEU):
Roberto Speranza (LEU): "scuola e sanità copriranno la flat tax"
Ultime notizie 7 giugno 2018 – Secondo l’opinione di Roberto Speranza, noto esponente di Liberi e Uguali, i soldi necessari a coprire il provvedimento principe del governo giallo verde e voluto dalla Lega di Matteo Salvini (flat tax) saranno prelevati direttamente dai comparti pubblici della scuola e della sanità.

Speranza (LeU): Salvini utilizzerà la scuola e la sanità come bancomat per realizzare il progetto della ‘tassa piatta’ 

Queste affermazioni hanno lasciato tutti sgomenti. Si tratta ovviamente di opinioni personali di natura politica. I tagli previsti da Speranza si andrebbero a sommare a quelli sonora praticati negli anni passati anche, è bene ricordarlo, attraverso il suo personale contributo quando ancora faceva parte del primo governo Renzi.
Dobbiamo anche precisare che le dichiarazioni di Speranza arrivano dopo le affermazioni di ieri da parte di Matteo Salvini (poi smentite) a proposito dei benefici della Flat Tax per chi guadagna di più. Affermazioni che, ovviamente, hanno provocato le reazioni di tutti i movimenti politici di opposizione: primo fra tutti il PD e le forze politiche a sinistra dello stesso partito.
Nello specifico, tali benefici interesserebbero secondo l’ipotesi di qualche esperto in economia tutti i contribuenti che nell’anno fiscale 2016 avrebbero dichiarato nella loro dichiarazione dei redditi un imponibile superiore o pari ai 75 mila euro.

Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato docenti e ATA ultime notizie: novità con l'emendamento alla LdB 2019

Ecco cosa ha dichiarato di preciso, in data odierna, Roberto Speranza: «Dalla progressività fiscale annunciata in campagna elettorale dal M5s si passa alla Flat tax di Salvini senza battere ciglio. Ma i 50 miliardi necessari a dare vita a questa riforma saranno tolti alla sanità e alla scuola pubblica. Ci opporremo a queste misure con tutte le nostre energie».
Fonte: Orizzontescuola.it