Stipendio docenti di giugno arriva in anticipo

Lieta sorpresa, quella dell’anticipo del pagamento dello stipendio, per i supplenti e per gli insegnanti di ruolo. Lo stipendio di questo mese di giugno, per i docenti con un contratto di supplenza fino al 30 giugno o fino al 31 agosto e per i docenti di ruolo, sarà erogato in anticipo rispetto alla norma. Il rinnovo del contratto 2016/18 stipulato definitivamente il 20 aprile 2018 farà sì che i docenti si troveranno un aumento di stipendio di €50 in media. La notizia è stata pubblicata ufficialmente sul portale NoiPA.

Il messaggio di NoiPA sull’emissione ordinaria

Normalmente l’emissione ordinaria dello stipendio avviene il giorno 23 del mese. In questo caso la data cade di sabato e per questo motivo l’esigibilità sarà il giorno precedente, venerdì 22. La conferma arriva direttamente dal Portale NoiPa con il seguente messaggio. “Il giorno 23 di ogni mese. Per il comparto Sanità, invece, l’esigibilità è prevista per il 27 di ogni mese. Se il giorno di esigibilità coincide con il sabato o la domenica, l’esigibilità viene anticipata al venerdì, se coincide con un giorno festivo infrasettimanale, l’esigibilità viene anticipata al giorno precedente.”

Potrebbe interessarti:  Concorso Straordinario, gli insegnanti di ruolo a pieno titolo possono partecipare?

Aumenti medi di 50 euro

Durante l’intera giornata di venerdì 22 si verificherà il caricamento delle spettanze che sarà tanto più veloce quanto sono più efficienti le piattaforme delle banche alle quali ci si appoggia. Pertanto è lecito attendersi che le somme saranno disponibili a partire dalla giornata di lunedì 25 giugno. In ogni caso le somme saranno più elevate del solito in virtù dell’aumento stipendiale conseguente all’applicazione del nuovo contratto 2016-2018. In media saranno €50 netti in più in busta paga. Chi ha una minore anzianità di servizio avrà un minore importo della contribuzione previdenziale e un’aliquota Irpef inferiore.