Questione Magistrale: si torna in Plenaria?

La plenaria va rispettata. Nel giorno delle dichiarazioni del neo ministro Bussetti, secondo il quale non ci sarà nessuna sanatoria, una nuova pronuncia dei giudici di Palazzo Spada irrompe prepotentemente nel dibattito sull’impossibilità di riapertura delle Gae. La notizia del pronunciamento positivo del Consiglio di Stato è stata data dagli avvocati che hanno patrocinato il ricorso. I diplomati a indirizzo linguistico non potevano essere esclusi dal concorso 2016. Per leggere la notizia integrale basta cliccare sulla seguente riga.
Il postulato
Se, continuano i legali, “la Sesta Sezione del Consiglio di Stato ritiene che la portata erga omnes con effetto di giudicato abbia tali effetti per il bando di concorso (sentenze 3374, 3375 e 3376 del 4 giugno 2018) e, qualche giorno fa, ha ribadito tale concetto con riguardo agli stessi Decreti Ministeriali di aggiornamento delle G.A.E. (sentenza n. 3198/18) a favore dei cosiddetti depennati, non c’è davvero ragione per non applicare la medesima teoria agli annullamenti dei medesimi Decreti in favore dei diplomati magistrale su cui, al contrario, l’Adunanza Plenaria ha chiuso”.
E’ davvero finita?
Ad aprire a questa clamorosa possibilità è il ragionamento condotto circa l’orientamento della VI Sezione del Consiglio di Stato. Si tratterebbe di dar vita ad un’altra strategia legale mediante la quale andrebbe avviato un nuovo ricorso per i diplomati magistrali. Nelle motivazioni si dovrebbe far leva su altre pronunce in cui è stato rilevato il valore erga omnes in capo all’annullamento dei decreti ministeriali di aggiornamento delle Gae. E’ a questo punto che entrano in gioco le sentenze riguardo ai depennati e ai diplomati ad indirizzo linguistico esclusi dal concorso. Qualora una singola sezione del Consiglio di Stato, interpellata sul punto, ritenesse che per i diplomati magistrali ci fosse efficacia erga omnes, essa dovrà sollevare di nuovo la questione all’ Adunanza Plenaria.

Potrebbe interessarti:  Nuova plenaria per i diplomati magistrali