Diritti umani: le dichiarazioni dell'ambasciatore USA Nikki Haley
Diritti umani: le dichiarazioni dell'ambasciatore USA Nikki Haley

La scuola è un’istituzione che non forma gli studenti solo dal punto di vista culturale, ma anche etico e morale. Se un alunno fosse solo un contenitore di tutto (o di una parte) dello scibile umano, sicuramente non sarebbe un individuo formato in maniera completa ed opportuna. I diritti umani sono sicuramente alcuni tra i valori improrogabili di cui l’istruzione e la società dovrebbero farsi carico ed insegnare alle nuove generazioni.  Iniziamo tale articolo in questo modo, poiché ricordiamo che domani 23 Giugno 2018 sarà la Giornata del Servizio Pubblico delle Nazioni Unite.
Un momento in cui verrà ribadita l’importanza della dignità umana e del prezioso contributo dei dipendenti pubblici ed amministratori per fare del mondo un posto migliore. Il Coordinamento Nazionale dei Docenti delle discipline dei Diritti Umani è un’altra istituzione che si batte da anni per la sensibilizzazione dei ragazzi per il rispetto di questi valori che dovrebbero caratterizzare l’umanità intera.

Diritti umani: cosa ha detto Nikki Haley?

Tramite un recente comunicato il Coordinamento Nazionale dei Docenti parla del Consiglio dei diritti umani, un’importante istituzione creata dall’Organizzazione della Nazioni Unite. Tale organo serve a tutelare il rispetto verso i diritti umani, prevenendo eventuali violazioni  presso i paesi aderenti alle Nazioni Unite. Tuttavia, l’ambasciatore USA alle Nazioni Unite, Nikki Haley, ha dichiarato che presto il suo paese lascerà il Consiglio, accusato dallo stesso politico americano di essere ‘un protettore dei molestatori dei diritti umani e un pozzo nero dei diritti politici’. Haley non ci è andato leggero con le accuse, affermando, inoltre, che il Consiglio sia ‘un’organizzazione ipocrita ed egoista che deride i diritti umani’.

Potrebbe interessarti:  Siblings, 'Attraverso Te': un docu-film FIRST e del CD Municipio X

La condanna del Coordinamento alle parole di Haley

Il Coordinamento Nazionale dei Docenti delle discipline dei Diritti Umani si oppone fermamente alle dichiarazioni dell’ambasciatore Nikki Haley. Con questo suo atteggiamento, il politico USA avrebbe messo gravemente in dubbio la sacralità dei diritti umani, così come delle istituzioni che si fanno portatrici di tali valori universali. Che servano anche dibattiti in politica (magari anche accesi) è giusto, ma disertare il tavolo delle trattative non rappresenta sicuramente un’azione esemplare.
Qui di seguito rendiamo disponibile il comunicato integrale, ringraziando i professori Veronica Radici e Romano Pesavento.
 
comunicato-stampa-14