Stipendi, elemento perequativo: Di Maio conferma il rinnovo nel 2019

Oggi 22 giugno NoiPA dovrebbe provvedere all’emissione degli stipendi del mese. Il cedolino era molto atteso, per via degli aumenti. Tuttavia, questi si sono rilevati molto deludenti a causa delle trattenute varie. Purtroppo, non è l’unico neo della situazione. Nella Gazzetta Ufficiale del 20 giugno 2018 è stato pubblicato il nuovo contratto per la scuola, valido per il triennio 2016/18. Ma vista la scadenza, già da gennaio 2019 scatta il dubbio sullo stipendio. Col prossimo rinnovo del contratto, bisognerà chiarire la questione dell’“elemento perequativo”. Questa è la nuova voce comparsa nel cedolino di questo mese.

Stipendi NoiPA giugno 2018 in arrivo, ma tanta delusione

E’ innegabile, che nonostante il pagamento degli stipendi NoiPA di giugno 2018 venga emesso con un giorno di anticipo, la delusione per il personale della scuola è tanta. Per gli stipendi più bassi è stato introdotto un meccanismo di perequazione, che consente a tutti di ottenere almeno 80 euro di aumento lordo. Ma questo provvedimento scadrà il 31 dicembre 2018. Se non si interviene, per molti l’aumento subirà un taglio. Più lo stipendio è basso, maggiore risulterà il taglio. Si attende con ansia la Legge finanziaria del nuovo Governo, per vedere cosa sarà deciso in proposito.

Potrebbe interessarti:  Rinnovo contratto statali e scuola, aumenti stipendi: le cifre delle tabelle della relazione tecnica

Potrebbe interessarti anche: Noipa: guida alla lettura dei cedolini dello stipendio, in ogni parte