Studio Santonicola: esiti cautelari concorso fase transitoria

Sull’ammissione al concorso riservato la seconda fascia arrivano i primi accorgimenti cautelari del Consiglio di Stato. Ripetiamo di seguito il comunicato rilasciato dallo studio legale Santonicola.

Comunicato

Si allegano, in fondo al testo, i primi decreti cautelari (attendendosi ulteriori esiti) con i quali il Consiglio di Stato, Sez. VI, in accoglimento delle domande monocratiche avanzate dallo studio Santonicola, ha disposto la partecipazione dei ricorrenti al Concorso 2018-Fase Transitoria.
Con le stesse pronunce, il Consiglio di Stato ha fissato l’udienza di discussione, per la conferma, modifica o revoca dei provvedimenti di ammissione, con riserva, alla procedura concorsuale.
A questo punto, i legali stanno procedendo con la notifica degli esiti giudiziari, in fase cautelare, ai singoli Uffici Scolastici Regionali cui è stata, a suo tempo, indirizzata la domanda di partecipazione al Concorso, affinchè sia reso noto, nell’immediato, il diritto dei beneficiari della cautela a sostenere il colloquio orale non selettivo.
In ragione di tanto, si invitano i ricorrenti a controllare sul sito web dell’Ufficio scolastico regionale di riferimento se le date di espletamento della prova orale, riferite alle classi di Concorso interessate, siano state pubblicate.
Nell’ipotesi in cui le prove concorsuali, già calendarizzate, non fossero state ancora svolta, sarà possibile sostenere il colloquio con la presentazione del docente, il giorno dello svolgimento delle prove, munito di: copia del decreto di accoglimento, della Domanda cartacea di partecipazione al Concorso e dei bollettini di pagamento della tassa di partecipazione per le singole classi.
Se non sarà consentito l’espletamento delle prove, si invitano gli assistiti a domandare, comunque, la verbalizzazione della presenza in aula.
Qualora sarà impedito di sostenere la prova nonché di verbalizzare la presenza in aula, i legali valuteranno la possibilità di rivolgersi alle autorità competenti, rappresentando come non si sta ottemperando ad un ordine giudiziario. In tale caso estremo, si consiglia di formalizzare, quanto avvenuto, in una PEC da inoltrare all’Ufficio Scolastico Regionale.
Se, diversamente, le prove orali sono già state svolte, risulterà necessario attendere l’esito delle udienze di discussione (le cui date, lo ribadiamo, sono contenute nei provvedimenti monocratici), in seguito alle quali, laddove le pronunce favorevoli saranno confermate, il Ministero potrà definire le nuove date di svolgimento delle prove suppletive.
Riepilogando:
Per conoscere la data di svolgimento delle prove, sarà cura dei vincitori contattare direttamente l’Ufficio Scolastico Regionale (o consultare il relativo sito web dell’USR), considerato che lo Studio Legale non può avere il controllo di tutti i calendari, pur monitorandoli costantemente.
Qualora risultasse necessario acquisire ulteriori informazioni, in vista dell’udienza collegiale funzionale alla conferma della cautelare concessa, sarà il Legale Santonicola a notiziarvi.
Ringraziando per la fiducia accordata, ancora una volta, i Legali, ben lieti di questo primo esito favorevole, seppure provvisorio, porgono cordiali saluti.
Seguono i singoli provvedimenti e link audio con la voce del legale. Si clicchi sotto:
https://youtu.be/8g0zT-grK_Y
Decreto monocratico del 30.07.2018 (1)
Decreto monocratico del 30.07.2018
 

Potrebbe interessarti:  Dirigenti Scolastici: primo si al Concorso riservato ricorrenti 2011, news 8/12