Di Maio al question time su progetto 0-6

Il ministro del lavoro e vicepremier Luigi Di Maio, in un question time al Senato, ha riacceso le speranze delle tantissime docenti di infanzia del sud Italia. Sono anni che si parla del progetto 0-6 e di come stanziare le risorse per metterlo in atto. Riuscire a svuotare le graduatorie di esaurimento del Sud attraverso la messa in atto del progetto 0-6 significa avviare con decisione il processo di “sprecarizzazione” anche per la seconda fascia.

Progetto 0-6 in Legge di Bilancio

Al Fatto Quotidiano di Maio dichiara come il governo intende affrontare il problema. Sarà la prossima legge di bilancio il mezzo per raggiungere l’obiettivo. Il governo intende dare una risposta efficace e duratura sul gap “molto marcato” che registra l’occupazione femminile da un minimo di 10 punti percentuali in Val d’Aosta a un massimo di 25 in Sicilia. Sarebbero 13584 le docenti in Gae a pieno titolo e 15.145 quelle ancora appese alla situazione dei meriti del Tar a beneficiare di nuove misure per incentivare l’occupazione femminile.

Potrebbe interessarti:  Salvini, ultime notizie 18/12: "La mia opinione sulla scuola"

Favorire l’occupazione femminile al sud

Pensiamo ad introdurre misure forti per coprire la totalità del costo dell’asilo nido per rendere conciliabili lavoro e famiglia“. Le coperture, secondo il titolare del Lavoro e del Welfare, saranno “risorse Ue con il fondo sociale europeo e una riorganizzazione dei diversi contributi attualmente frammentati” ha detto Di Maio nel corso del question time al Senato L’obiettivo, dunque, è quello di rendere gratuiti gli asili nido, in modo da fornire una risposta al gap che riguarda l’occupazione femminile..