Diplomati Magistrale: possiamo rivotare?

I diplomati magistrale non ci stanno a quanto avvenuto a Palazzo Madama venerdì scorso. L’accoglimento dell’emendamento De Petris in Senato, nell’ambito della discussione sul decreto milleproroghe, ha provocato un autentico terremoto nella categoria dei docenti della scuola primaria e dell’infanzia. Votare a favore dell’inserimento in Gae dei docenti abilitati, diplomati magistrali, laureati in Scienze della Formazione Primaria, ITP, TFA e PAS, dopo che nel decreto dignità era stata approvata la misura del concorso straordinario per i docenti dell’infanzia e della primaria, a molti è sembrato strano.

Manovre parlamentari

Una delle teorie maggiormente diffuse è che in questo momento ci sia un autentico scontro politico tra le forze di opposizione della sinistra e il governo gialloverde. Sembra un atto di sfida al governo che martedì prossimo dovrebbe bocciare l’emendamento, farlo tornare nuovamente in Senato per una seconda lettura e infine di nuovo alla Camera, dilatando ulteriormente i tempi per l’approvazione del Decreto Milleproroghe. Tutto questo alla vigilia della chiusura per ferie estive. Oltretutto la misura contiene le coperture economiche necessarie alla sua approvazione.

Potrebbe interessarti:  Diplomati magistrali depennati da Gae prima del merito

Chiediamo di cambiare il nostro voto

La doccia fredda arrivava subito dopo con l’ammissione di un errore e la promessa di correzione prima che il testo torni alla camera martedì prossimo per l’approvazione definitiva. La notizia della correzione dell’emendamento per l’inserimento in Gae dei docenti abilitati ha suscitato le vibranti proteste da parte della categoria dei docenti precari. Alla nostra redazione è giunta da parte dei Diplomati Magistrali Abilitati Piemonte la richiesta di pubblicazione di uno dei commenti divenuto maggiormente virale che pubblichiamo immediatamente di seguito.
IPSE DIXIT:
“L’errore verificatosi al Senato al momento del voto su un emendamento Milleproroghe, verrà corretto”.
TUTTI I DOCENTI ABILITATI RISPONDONO:
“ Il Senato l’ha votato e, dal momento che il 4 marzo abbiamo commesso anche noi un grave errore, possiamo rivotare gente seria che mantenga le promesse elettorali ?”
#NONUNODIMENOINGAE#
#CARLAROSSCRISGIULIA#