News 11/8 – “Buone e meritate vacanze agli italiani“. Con queste parole il premier Conte conclude il comunicato video pubblicato quest’oggi sul suo canale social Facebook.

Il bilancio dei due mesi di governo giallo verde: “Stiamo cominciando a cambiare davvero il paese”

Il Premier parla del Decreto Dignità: «Combattiamo la precarietà che affligge tanti nostri giovani, garantendo loro un lavoro più stabile. Al centro dell’azione di governo riportiamo la parola dignità. Una parola che abbiamo perso di vista; una parola fondamentale che dobbiamo evocarla sempre».

Sottolinea pure, a conclusione del discorso su questo argomento che la parola dignità, è rivolta principalmente alla dignità della persona e del lavoro che essa svolge.

Nella sua breve introduzione parla anche delle quasi 58 mila immissioni in ruolo tra docenti e personale amministrativo della scuola. Una misura già programmata ma che di fatto ha visto il via libera dell’esecutivo in carica.

Il video messaggio del Premier Conte

Un breve messaggio per condividere con voi un bilancio di questi primi due mesi di governo. Con l'augurio di un sereno agosto per tutti voi.

Pubblicato da Giuseppe Conte su Sabato 11 agosto 2018

Le riforme future, prospettate dal Premier Conte, non riguarderanno la scuola

A questo punto il Premier Conte inizia ad elencare le importanti riforme che necessitano (nel futuro prossimo) un intervento da parte del governo Lega – M5S. Ecco cosa dichiara a tal proposito: «A partire da settembre ci aspettano sfide importanti, cruciali per rilanciare il paese e la nostra economia. Per farlo abbiamo in cantiere una serie di riforme strutturali, fondamentali per la crescita economica e lo sviluppo sociale: una seria riforma del codice degli appalti; una semplificazione normativa e burocratica per togliere i vincoli che imbrigliano il Paese; misure anticorruzione importanti agli occhi degli investitori internazionali; un’accelerazione del sistema giustizia dei processi civili e in particolare esecutivi; la digitalizzazione all’interno dei servizi pubblici con l’interconnessione tra pubbliche amministrazioni; infine, la riforma fiscale con il reddito di cittadinanza».

Potrebbe interessarti:  L’Avvocato risponde 9/12: accesso TFA Sostegno e Docenti AFAM

Conte: “Escluse dalla manovra finanziaria la sanità, la scuola e la ricerca”

Per quanto riguarderà, infine, quest’ultimo argomento, ovvero la manovra finanziaria, il Presidente Giuseppe Conte precisa: «Sarà una manovra seria e coraggiosa». Ribadisce infine che quest’ultima non toccherà in nessuna maniera settori strategici come sanità, scuola e ricerca.