Lavoro sicilia
Bando per educatori di asili nido in Sicilia

L’elenco dei bandi di concorso per gli educatori di asili nido si aggiorna con una novità importante per i residenti del Sud. Prima di esaminare nel dettaglio dove è stata avviata questa nuova procedura, ricordiamo che i termini per la partecipazione al bando indetto dal Comune di Roma consentono ancora di presentare le istanze entro il 7 settembre. A questa opportunità si aggiunge adesso quella offerta dal Comune di Capo d’Orlando (ME) che descriviamo di seguito.

Il bando di Capo d’Orlando

Con l’avviso pubblicato il 13 agosto viene reso noto che è stata aperta una procedura di selezione pubblica per titoli e colloquio per la formazione di una graduatoria per l’assunzione di n. 3 educatori asilo nido, categoria C, posizione economica C1 per la realizzazione dei servizi di cui alla scheda progetto ” NIDO- MANTENERE PER CRESCERE 3″- Piano di Azione e Coesione- intervento servizi di cura per l’infanzia– II° riparto ex I° Regioni ad obiettivo convergenza 2007/2013. Il termine per la presentazione delle domande di partecipazione scade inderogabilmente alle ore 10:00 del 29 agosto 2018.

La tipologia della procedura

Si tratta di una selezione per titoli e colloquio finalizzata all’assunzione di 3 unità lavorative mediante la stipula di un contratto a tempo determinato e parziale per 15 ore settimanali. Ai lavoratori assunti, verrà assegnato il trattamento economico previsto per la cat. C posizione economica C1 dal CCNL Enti Locali. L’avvio presunto è per il mese di settembre 2018 e la conclusione il 30 giugno 2019. L’impegno lavorativo si svolge per 3 ore settimanali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 14,00 fino alle ore 17,00.

Potrebbe interessarti:  Diplomati Magistrale, continuano le estromissioni dalle GaE: il caso Bari

Titoli di ammissione

I concorrenti devono essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:

diplomi di laurea:

– diploma di laurea in pedagogia;

– diploma di laurea in scienze dell’educazione;

– diploma di laurea in scienze della formazione primaria;

– diploma di laurea triennale di cui alla classe L19 del decreto del Ministero dell’università e della ricerca 26 luglio 2007 “Definizione delle linee guida per l’istituzione e l’attivazione, da parte delle università, dei corsi di studio (attuazione decreti ministeriali del 16 marzo 2007, di definizione delle nuove classi dei corsi di laurea e di laurea magistrale);

– diploma di laurea magistrale previsto dal decreto del Ministero dell’università e della ricerca 16 marzo 2007 “Determinazione delle classi di laurea magistrale” di cui alle classi:

– LM-50 programmazione e gestione dei servizi educativi;

– LM-57 scienze dell’educazione degli adulti e della formazione continua;

– LM-85 scienze pedagogiche;

– LM-93 teorie e metodologia dell’e-learning e della media education altra classe di laurea magistrale equiparata a scienze dell’educazione “vecchio ordinamento”;

— diplomi universitari o lauree equipollenti, equiparate o riconosciute ai sensi di legge.

titoli di studio inferiori alla laurea validi al 31 agosto 2015, se conseguiti entro tale data.

– diploma di maturità magistrale;

– diploma di maturità rilasciato dal liceo socio-psico-pedagogico;

– diploma di abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio;

– diploma di dirigente di comunità;

– diploma di tecnico dei servizi sociali e assistente di comunità infantile;

– operatore servizi sociali e assistente per l’infanzia;

– diploma di liceo delle scienze umane;

– titoli equipollenti, equiparati, o riconosciuti ai sensi di legge.