NoiPA, oggi 23 agosto accredito stipendi PA
NoiPA, oggi 23 agosto accredito stipendi PA

NoiPA – In arrivo oggi gli stipendi del personale scolastico con contratto a tempo indeterminato. Il 27 Agosto sarà la volta dei supplenti e dei volontari dei VV. F.

Stipendi NoiPA: in giornata sui conti correnti saranno erogati gli emolumenti di Agosto

Finalmente il 23 Agosto è arrivato. Sui conti correnti del personale scolastico con contratto a tempo indeterminato si troveranno (nell’arco dell’intera giornata) i meritati stipendi di questo mese.

Per il personale supplente, invece, bisognerà attendere il prossimo 27 Agosto, così come precisato da NoiPA attraverso i comunicati precedenti.

telegram-scuolainforma-336x280

Secondo alcune indiscrezioni, sarà possibile trovare sul proprio conto anche un secondo cedolino riguardante le spettanze dovute per le competenze accessorie ricoperte da tale personale durante l’a.s. 2017/2018. Come noto, quest’ultimo compenso sarà dovuto a seguito degli incarichi ricoperti dal personale suddetto ed erogato attraverso il Fondo d’Istituto riferito all’anno scolastico in corso.

Comunicato ufficiale NoiPA del 21 Agosto 2018

Supplenti e volontari VV. F.: 27 agosto 2018 data di esigibilità

Lunedì 27 agosto 2018 è la data di esigibilità per l’accreditamento dei pagamenti relativi all’emissione speciale del 17 agosto per il personale supplente breve e saltuario e i volontari VV.F.

L’emissione ha interessato i contratti che alla data del 17 agosto siano stati autorizzati dalle segreterie scolastiche e per i quali, contestualmente, il sistema della Ragioneria generale dello Stato abbia verificato la disponibilità di fondi sui relativi capitoli di spesa.
 
Si ricorda che gli istituti di credito, come previsto dalla normativa SEPA, possono effettuare gli accreditamenti sui singoli conti correnti dalle 00.00 fino alle 24.00 del medesimo giorno.

Tutte le novità di Settembre

Per quanto concerne le novità in vista sull’argomento NoiPA bisognerà attendere il successivo mese di Settembre. Già nei comunicati precedenti il portale dei pagamenti dei pubblici dipendenti ha ampiamente illustrato le nuove procedure che riguarderanno principalmente la modalità e la tempistica riferita alla visualizzazione con largo anticipo delle somme nette dei propri stipendi.

Comunicato ufficiale NoiPA del 16 Agosto 2018

Consultazione pagamenti

“NoiPA sta lavorando su un nuovo servizio che permetta di visualizzare l’importo netto dei propri stipendi.

Questo servizio consentirà a tutti gli amministrati di verificare anche l’importo netto relativo all’ultima rata elaborata, in anticipo rispetto alla pubblicazione del cedolino.

Il servizio, che sarà rilasciato nel corso del mese di settembre, e che  è attualmente in fase di sperimentazione, è stato già utilizzato da alcuni utenti che hanno avuto modo di verificarne le funzionalità, anche se in modalità non definitiva, utilizzando “Consultazione ordini di pagamento”.

La fase in corso dell’attività di realizzazione del nuovo self service, rende ora necessaria la sospensione della possibilità di utilizzare tale servizio nella modalità attuale; pertanto i contenuti finora visualizzabili tramite la funzionalità “Consultazione ordini pagamento”, saranno resi temporaneamente inaccessibili per gli amministrati appartenenti a comparti diversi dalla scuola.

Per il personale del comparto scuola rimane invece disponibile il self service “Contratti scuola a tempo determinato” per la verifica dello stato dei contratti relativi a supplenze brevi, Indennità di maternità su supplenze, incaricati di religione cattolica e indennità di maternità conseguenti a incarichi di religione”.

Bonus 80 euro: non più erogato in busta paga ma probabile sconto fiscale

Un’altra importante novità riguarderà il famoso bonus renziano di 80 euro. Con molta probabilità non verrà cancellato dal governo Lega M5S, così come ipotizzato da qualcuno. I rumors parlano invece di una vera e propria trasformazione per ciò che riguarda la sua erogazione in busta paga. La volontà del governo sarebbe quello di rimodulare il suo utilizzo, trasformandolo di fatto in uno sconto di natura fiscale sul reddito complessivo dei dipendenti pubblici.

Potrebbe interessarti:  Scuola, bonus docenti 500 euro e merito ultime notizie: si lavora per 'interventi migliorativi'

In buona sostanza, non cambierebbe nulla per il dipendente. Il motivo è molto semplice: qualcuno negli anni precedenti ha dovuto restituire quasi interamente il bonus suddetto. Il conguaglio fiscale di febbraio e marzo, infatti, in parecchi casi ha letteralmente dimezzato le somme degli stipendi di coloro i quali avevano superato la soglia di reddito.

Probabile cedolino delle competenze accessorie pagate con il Fis

Sarà possibile, infine, trovare un ulteriore cedolino stipendiale riferito ai pagamenti delle attività funzionali svolte dal personale docente nel corso dell’a.s. 2017/2018. Tali somme saranno retribuite attraverso il Fondo di istituto. Ovviamente, il secondo cedolino riguarderà esclusivamente coloro i quali hanno di fatto ricoperto incarichi funzionale nel coso di tutto l’a.s. 2017/2018.