Somma di denaro in euro

Mandare i propri figli a scuola costerà di più nel 2018. Come rilevato dall’Osservatorio nazionale di Federconsumatori, ci sarà un aumento delle spese dello 0,8% rispetto al 2017. Il costo medio per il corredo scolastico di un singolo studente ammonta a ben 526 euro.

Scuola, aumentano i prezzi di corredi e astucci

A contribuire all’incremento dello 0,8% rispetto al 2017 ci hanno pensato – soprattutto – gli astucci e i diari raffiguranti beniamini dei cartoni animati. In calo, invece, i prezzi medi di libri e dizionari, per i quali i genitori dovranno sborsare 456 euro a studente, ovvero l’1,1% in meno rispetto allo scorso anno.

Le spese più elevate riguardano gli studenti delle prime classi, per i quali si può arrivare a spendere oltre i 1.100 euro. Esemplare, a tal proposito, è il caso dei ragazzi iscritti al primo liceo: tra libri di testo e dizionari, la spesa media sarà di 651,60 euro, a cui dovranno aggiungersi ulteriori 522 euro per il corredo scolastico e i ricambi, per un totale di 1.177,60 euro.

“Da questi dati appare evidente la necessità di potenziare le agevolazioni per l’acquisto dei testi scolastici destinate alle famiglie meno abbienti”. Questo il commento di Emilio Viafora, presidente di Federconsumatori, che ha poi aggiunto che importi simili “sono proibitivi per molte famiglie” e che “le conseguenze della povertà e del disagio sociale non devono compromettere in alcun modo il diritto allo studio. Per questo – ha concluso Viafora – è fondamentale predisporre sostegni mirati per tutelare i ragazzi e garantire loro un futuro”.