Calendario scolastico Sicilia: nessun ponte, neanche quello del 2 Novembre

Il calendario delle lezioni scolastiche quest’anno prevede dei ponti lunghi. Uno di questi è quello che ricadrà sotto le festività pasquali. Per studenti e famiglie una ghiotta occasione di interrompere il tran tran quotidiano. Per le scuole una vera mazzata alla continuità didattica. Si tratta di fermarsi per addirittura 3 settimane. Per contrastare questi lunghi stop le regioni stanno già pensando ad introdurre dei paletti nel calendario.

I ponti già fissati

Punti lunghi in Umbria (7 gg. in più), Friuli Venezia Giulia (12 in più) e Toscana. In queste regioni sono già stati decisi gli stop per le festività. Qualsiasi decisione venga presa in autonomia bisognerà che rispetti la normativa attuale. Per far sì che l’anno scolastico sia valido occorrono 200 giorni di lezione. Rimane ferma la possibilità di anticipare il primo giorno di lezione rispetto alla data regionale purché i giorni da recuperare non vadano inseriti come ponti. Le regioni conoscono bene la prassi di posticipare il rientro messa in atto dai docenti che sfruttano il periodo delle festività per fare ritorno alla residenza d’origine. In ogni caso vengono date precise disposizioni di non andare mai sotto i 205 giorni lavorativi. Il calendario dovrà dunque essere adeguato a questa esigenza inderogabile.

Potrebbe interessarti:  Maturità 2019: la seconda prova per Istituti Tecnici

In Lombardia

Diverse regioni hanno prodotto delibere per le quali quest’anno il ponte di Pasqua sarà più lungo del solito. In qualche caso si arriva addirittura fino alla data del 2 maggio, con l’aggiunta di alcuni giorni di recupero. La Lombardia si è data un organizzazione preventiva per regolamentare la pausa di novembre, non prevista dal calendario regionale, stabilendo come data di rientro delle festività pasquali il 24 aprile. Questo per non intaccare la pausa prevista per la festa dei lavoratori del 1 maggio e quella del prossimo carnevale di febbraio. In tante altre religioni le delibere hanno stabilito che le vacanze di Pasqua finiscano il 23 aprile.