Scuola,
Scuola, "contratto dei docenti entro l’anno": parola di Bussetti, news 4/9

Il contratto dei docenti verrà rinnovato entro la fine di quest’anno! Lo promette di persona il titolare del Dicastero di Viale Trastevere. Il rinnovo contrattuale – precisa Marco Bussetti -servirebbe principalmente a ridare dignità al ruolo del docente.

La situazione sul rinnovo contrattuale, rappresenta per la stragrande maggioranza del personale della scuola uno degli argomenti più importanti e discussi in assoluto. Ricordiamo peraltro che quello vigente scadrà tra quattro mesi, per l’esattezza il prossimo 31 dicembre 2018.

Ecco di seguito il comunicato stampa di CERIPNEWS su questo argomento.

Rinnovo del contratto scuola entro l’anno: intanto non è dato sapere con quali risorse

Rinnovo del contratto dei docenti entro l’anno per ridare dignità al ruolo del docente. Lo ha assicurato il ministro Marco Bussetti ai sindacati, ma non ha detto con quali e quanti soldi vorrà aprire le danze al tavolo negoziale.

In compenso ha parlato, anzi straparlato, dell’esigenza di responsabilizzare il corpo docente, facendolo diventare una pietra angolare del nostro sistema di istruzione e formazione!

Potrebbe interessarti:  Siblings, 'Attraverso Te': un docu-film FIRST e del CD Municipio X

Discorsi demagogici e peraltro gravissimi da parte di chi viene dalla stessa amministrazione: i docenti sono sempre stati responsabili ed hanno sempre fatto il loro dovere; inoltre – è bene che l’ex provveditore lo sappia! – è solo grazie ad essi che abbiamo ancora una parvenza di Scuola e di Stato!

Non so cosa e se hanno replicato i sindacati, certo è che il loro silenzio può essere letto in due modi: meglio lasciarlo parlare, tanto …; ovvero, parla, parla poi al tavolo ce la vediamo!

In un caso o nell’altro sbagliano di grosso: primo, perché non si può, né si deve consentire a chiunque di sparare sulla scuola ed il suo personale; secondo, perché non è detto che al tavolo contrattuale non finisca come per il contratto vigente, vantato da tutti, con poche miserie sul piatto rilanciate come se fossero grandi portate elaborate da grandi chef!

Scusate, ma ogni tanto mi ricordo di essere stato Ds di un istituto alberghiero! (n.b.)

Fonte: CERIPNEWS