Nei giorni scorsi Scuolainforma ha reso noto a tutti i suoi lettori l’apertura di due utilissime rubriche: “L’Avvocato risponde” e “Le risposte ai vostri quesiti“. La prima ha carattere esclusivamente normativo e le questioni saranno affrontate di volta in volta attraverso la preziosa consulenza legale dello Studio Santonicola; la seconda, invece, curata dall’Associazione Docenti MSA, cerca di fare luce sulle questioni più comuni che interessano il mondo della scuola in generale.

Le due rubriche avranno cadenza settimanale e sono state pensate esclusivamente per fornire ai nostri lettori/colleghi un servizio di consulenza esclusivamente gratuito.

Durante quest’ultima settimana in Redazione sono giunti parecchi quesiti. In questo primo articolo rispondiamo a due domande che ci hanno particolarmente colpito per l’oggetto delle richieste.

Per eventuali domande o consulenze, potete scriverci ai seguenti indirizzi telematici: faq@scuolainforma.it e legale@scuolainforma.it

Risposte ai vostri quesiti – il 1° Quesito: “Avrò diritto ai permessi retribuiti per la prova concorsuale anche se assunta da II Fascia?”

Annarita – Gentile Redazione, sono una docente e, in base alla mia posizione in graduatoria, a breve sarò assunta con contratto a tempo determinato da seconda fascia delle graduatorie di Istituto. Vorrei sapere se ho diritto ai permessi retribuiti per sostenere la prova concorsuale. Grazie.

SL  –  Gentile Annarita, in base a quanto definito nel CCNL 2006-2009 della Scuola agli articoli 15 e 19, il dipendete ha diritto a 8 giorni di permesso per anno per la partecipazione a concorsi od esami. Esistono 2 articoli perché viene fatta una distinzione tra personale a tempo indeterminato (art. 15) e personale a tempo determinato (art. 19).

L’art. 15 comma 1 cita: “Il dipendente della scuola con contratto di lavoro a tempo indeterminato, ha diritto, sulla base di idonea documentazione anche autocertificata, a permessi retribuiti per i seguenti casi:
– partecipazione a concorsi od esami: gg. 8 complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio”
Quindi, per il personale con contratto tempo indeterminato gli 8 giorni sono interamente retribuiti.

Potrebbe interessarti:  Le risposte ai vostri quesiti (12/11): "Giorni di ferie con sostituti e nomina CS da I Fascia"

L’art. 19 comma 7 cita: “Al personale docente, educativo ed ATA assunto a tempo determinato, ivi
compreso quello di cui al precedente comma 5, sono concessi permessi non retribuiti, per la partecipazione a concorsi od esami, nel limite di otto giorni complessivi per anno scolastico, ivi compresi quelli eventualmente richiesti per il viaggio
.” Il personale a T.D. ha quindi diritto agli 8 giorni di permesso, ma non sono retribuiti, con l’aggravante che questi permessi interrompono il servizio.

Ritornando al suo quesito, lei ha diritto ai permessi per partecipare al concorso, compresi eventuali giorni per il viaggio, pero, data la natura del suo contratto a tempo determinato, tali permessi non sono retribuiti.

Risposte ai vostri quesiti – Il 2° Quesito: è corretto il Punteggio dell’abilitazione dopo il mio inserimento in II Fascia?

Mario – Gentile Redazione, sono un docente da poco inserito in seconda fascia. Ho conseguito l’abilitazione in Spagna per lingua Inglese e sono iscritto in una graduatoria delle Comunidades Autónomas. Dopo circa un anno ho ottenuto il riconoscimento dal MIUR e, in fase di inserimento in seconda fascia, mi è stato attribuito un punteggio per l’abilitazione pari a 52. Vorrei sapere se questo punteggio è calcolato correttamente. Grazie.

SL – Gentile Mario, ho qualche difficoltà a rispondere al suo quesito perché mancano alcuni dati. In primo luogo, le comunico che questa informazione è reperibile nell’allegato A del DM 374/2017. Inoltre, suppongo che lei abbia svolto un percorso annuale, a cui nel punto A4 dell’allegato A vengono attribuiti 42 punti. A questi vanno sommati i punti relativi al voto di abilitazione, come indicato al punto A1 del medesimo allegato. Quindi, se il voto della sua abilitazione è compreso tra 86 e 90 centesimi (equivalente a 10 punti in graduatoria) il suo punteggio è corretto.