Scuola, ministro Bussetti e la riforma reclutamento docenti: cosa aspettarsi?
Scuola, ministro Bussetti e la riforma reclutamento docenti: cosa aspettarsi?

Il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, ha corretto il tiro sugli insegnanti di sostegno, affermando sul suo profilo Facebook come non siano affatto dei tappabuchi. aggiungendo che ‘non si possono assegnare le cattedre di sostegno a personale non specializzato solo per scorrere le graduatorie del personale che insegna altre discipline.’

Bussetti: ‘Docenti di sostegno non sono tappabuchi’

‘Questa pratica non è rispettosa delle competenze dei docenti di sostegno e delle esigenze degli studenti. Il sostegno è un’attività importantissima e fondamentale. Gli insegnanti di sostegno lavorano con tanta attenzione, con sensibilità e con amore nei confronti di ragazzi che hanno delle difficoltà. Ricordiamoci che sono insegnanti della scuola e lavorano in sinergia con gli altri colleghi del Consiglio di Classe’.

Anief: ‘Se 12mila cattedre sono andate deserte è per colpa della chiusura delle graduatorie’

Il sindacato Anief, attraverso una nota pubblicata sul suo sito ufficiale, sostiene la presa di posizione del ministro, una posizione che, però, dovrebbe essere supportata dai fatti. Il presidente Marcello Pacifico, infatti, ha affermato che ‘se quasi 12 mila cattedre da collocare nei ruoli dello Stato sono andate deserte è perché la maggioranza M5S-Lega ha voluto chiudere le graduatorie dei precari da cui poi poter assumere, dopo che nella versione del Milleproroghe approvata al Senato poco più di un mese fa i parlamentari avevano indicato la strada giusta. Ed è la stessa maggioranza parlamentare che mantiene in vita l’assurda norma contenuta nella Legge Carrozza 128 del 2013 che oggi costringe a collocare oltre 50 mila cattedre vacanti in un organico a parte, non utile alle immissioni in ruolo e con supplenze private di mesi estivi, come se non si trattasse di posti uguali agli altri’.
‘Il ministro Bussetti annuncia un nuovo corso di specializzazione per 10mila futuri disoccupati – ha proseguito Pacifico – ma per adesso le famiglie di 100mila alunni con disabilità certificata dovranno aspettare il balletto delle supplenze‘.

Potrebbe interessarti:  Scuola, ministro Bussetti, altro annuncio: 'Nasce la Superiore Meridionale di Napoli'