Concorso scuola infanzia e primaria ultime notizie: ecco i punteggi
Concorso scuola infanzia e primaria ultime notizie: ecco i punteggi

Con il 2018 che si avvia alla sua conclusione, ci si chiede che intenzioni abbia il ministro Bussetti con il concorso scuola per i laureati, che era atteso quest’anno. Iniziamo subito col dire che fra tutte le volte che il ministro è intervenuto sull’argomento, nessuna indicazione è stata fornita in merito alla data del bando. Quello che ha reso chiaro, è che bisogna effettuare una ricognizione dei posti disponibili, in modo che i docenti partecipanti possano fare una scelta consapevole della regione in cui svolgere le prove.

Bussetti e il concorso scuola: che dire dei 24 CFU?

Sulle idee che il ministro Bussetti ha del concorso scuola, regna parecchia confusione. Fra le cose che ha annunciato sembra esserci l’intenzione di fermare il prossimo bando per non abilitati e impedire nuovi cicli di Tirocinio. Ha spiegato: “Le prove nazionali si svolgeranno solo quando serve e i candidati dovranno conoscere in anticipo il numero dei docenti necessari sulla singola materia”. Un’altra intenzione abbastanza chiara è la semplificazione del percorso FIT (non abolizione), annunciata anche dal senatore Pittoni. Chi dire dei 24 CFU? Al momento risultano essere un requisito di accesso al concorso per laureati, ma potrebbero trasformarsi in un titolo aggiuntivo, per dar merito a chi li ha conseguiti. Per avere le idee più chiare sulle intenzione del Miur, bisognerà attendere che il ministro dica qualcosa in più.

Potrebbe interessarti:  Scuola, concorso infanzia e primaria ultime notizie: i chiarimenti di Lucia Azzolina e la sentenza della Consulta

Fiducia al Milleproroghe, notizie 13-9: cosa cambia per la scuola?