Possibile slittamento ai primi giorni di ottobre per la riscossione del primo stipendio per i neoimmessi in ruolo e per i supplenti nominati nella prima parte di settembre.

È questa l’indicazione proveniente dalle segreterie a quei docenti che hanno chiesto delucidazioni in merito. Va sottolineato, comunque, che al momento non ci sono comunicazioni ufficiali da parte di NoiPa.

Possibile ritardo stipendio neoimmessi in ruolo nominati a settembre

Già negli anni passati il primo stipendio per i neoimmessi non era stato allineato a quello dei colleghi già di ruolo. Ad ogni modo, al netto di eventuali comunicazioni ufficiali da parte di NoiPa, il pagamento del mese di settembre dovrebbe slittare ai primi di ottobre.

Il motivo di questo possibile ritardo sarebbe dovuto al mancato inserimento dei contratti al SIDI entro il 12 settembre per tutto il personale che ha preso servizio il 1 settembre. Già dal mese di ottobre, comunque, la riscossione dello stipendio dovrebbe avvenire in maniera regolare.

Potrebbe interessarti:  Rinnovo contratto statali e scuola, aumenti stipendi: le cifre delle tabelle della relazione tecnica
Articolo precedenteConvocazioni per le supplenze: cosa fare quando non si può andare personalmente
Articolo successivoIl Ddl del senatore PITTONI per l’abolizione della chiamata diretta: esclusiva
Imprenditore digitale dal 2015, si occupa attualmente della gestione di diversi siti web. Specializzato nelle più avanzate tecniche SEO e di Copywriting, collabora – come ghostwriter – con alcune note aziende italiane nell'ambito del settore pubblicitario. Giornalista pubblicista, ha iniziato a collaborare dall'età di 16 anni con i primi quotidiani locali. Tra le sue esperienze in questo settore, si annoveranno quelle con 'Gazzetta del Sud', 'Confronto', 'Calabria Ora' e 'Corriere dello Sport'. Laureato in Giurisprudenza, in passato ha ricoperto i ruoli di addetto stampa e assistente parlamentare. Tra le altre cose, ama lo sport a 360 gradi, il buon cibo e la musica. Citazione preferita: "Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l'opera finisca senza applausi..." - Charlie Chaplin