Buona Scuola, le modifiche all'attuale riforma proposte dalla Lega

La proposta leghista per modificare la Buona Scuola di Matteo Renzi. E’ stato presentato un ddl per l’abolizione delle chiamata diretta, la trasformazione della titolarità di scuola e gli assetti degli Ambiti Territoriali.

Modifiche leghiste alla Buona Scuola

Il senatore Pittoni (Lega) ha presentato un ddl per le modifiche alla legge La Buona Scuola, in particolare l’abolizione della chiamata diretta, la trasformazione della titolarità su scuola e gli assetti degli ambiti territoriali.

Ne dà notizia la testata Orizzonte Scuola (www.orizzontescuola.it/via-chiamata-diretta-docenti-titolari-su-ambito-il-31-dicembre-2018-passano-su-scuola-ddl-pittoni/ ) precisando che la proposta di abolizione della chiamata diretta precede che a decorrere dall’anno scolastico 2019/2010 tutto il personale docente assunto con contratto a tempo indeterminato assume la titolarità nella istituzione scolastica autonoma cui è assegnato in forza di procedure di reclutamento o di mobilità territoriale e professionale.

Per quanto riguarda la titolarità di scuola

d) dopo il comma 73, aggiungere il seguente comma:
73-bis. Il personale docente titolare su ambito territoriale alla data del 31 dicembre 2018 assume dalla stessa data la titolarità presso la scuola, appartenente all’ambito territoriale medesimo, in cui presta servizio su posto dell’organico dell’autonomia. Al personale docente che non si trova a prestare servizio in una istituzione scolastica appartenente all’ambito di titolarità alla predetta data del 31 dicembre 2018 è assegnata d’ufficio la titolarità presso l’ultima sede in cui ha prestato servizio o per la quale abbia ricevuto un incarico triennale ai sensi delle disposizioni vigenti fino all’entrata in vigore della presente legge.

Potrebbe interessarti:  Siblings, 'Attraverso Te': un docu-film FIRST e del CD Municipio X

Per quanto riguarda gli Ambiti Territoriali

b) al comma 66, lettera c), aggiungere in fine il seguente periodo: A decorrere dalla data di pubblicazione della presente legge l’ampiezza degli ambiti territoriali può essere modificata dagli uffici scolastici regionali, sentiti le regioni e gli enti locali, entro il 31 dicembre e con cadenza triennale.

c) al comma 68, primo periodo, le parole : “2016/2017”, sono sostituite con le parole: “2018/2019” e le parole: “gli ambiti territoriali”, sono sostituite con le parole: “le istituzioni scolastiche autonome”.

Fonte: CERIPNEWS (http://www.ceripnews.it/notizie.htm#02940-modifiche-leghiste-alla-buona-scuola)