Botta e risposta tra Lucia Azzolina e Simona Flavia Malpezzi
Botta e risposta tra Lucia Azzolina e Simona Flavia Malpezzi

La deputata Lucia Azzolina del Movimento 5 Stelle e l’onorevole Simona Flavia Malpezzi del PD hanno dato luogo ad un botta e risposta nel corso del programma andato in onda su Raiuno, ‘Settegiorni’, nel quale si è parlato di precariato, di chiamata diretta e di cattedre al Nord e al Sud.

Simona Malpezzi attacca il Governo: ‘Si illudono le persone’

‘Lasciare maggiore autonomia alle scuole significa consentire loro di poter scegliere quali docenti avere, tra docenti che sono già di ruolo – ha esordito Simona Flavia Malpezzi – Non si chiama chiamata diretta quella che loro (inteso come le forze attualmente al Governo ndr), al momento, hanno sospeso ma che non hanno abolito perché ci vuole una legge per abolirne un’altra. Penso che tutti i genitori siano contenti di sapere che noi avevamo disegnato un modello che garantiva alle scuole di scegliere i docenti più adatti, che non vuol dire migliori, ma più adatti a quel tipo di scuola. Io vengo da un tessuto sociale molto particolare, pieno di immigrati, di ragazzini che non sono nati in Italia, c’è bisogno di un’insegnante di italiano più specifico per l’insegnamento dell’italiano per stranieri e penso che una scuola che possa scegliersi questo fa un servizio a tutta la comunità.

Attenzione, perché siamo tutti contro il precariato – rincara la dose la senatrice Malpezzi – ma se non si danno date precise, giuste per le stagioni dei concorsi, non si parla di fabbisogno e si illudono le persone, senza ricordare che tra Nord e Sud non c’è solo una differenza di tessuto sociale ma di popolazione anagrafica e si dice agli insegnanti, in maniera un po’ subdola, che comunque potranno tornare al Sud, dove non è stato fatto, lo dico, perché nel Decreto dignità gli emendamenti erano miei, non è stata fatta una sola assunzione aggiuntiva in tempo pieno, quindi io dico quale segnale per cominciare l’anno scolastico con almeno un docente in più…’

Potrebbe interessarti:  Bonus 80 euro: potrebbe diventare una detrazione fiscale, news 17/11

La replica di Lucia Azzolina: ”Non stiamo illudendo i docenti sui concorsi’

‘Innanzitutto, siamo da 3 mesi al Governo, – ha risposto immediatamente la deputata Lucia Azzolina – quello che dice la senatrice Malpezzi lo vogliamo realizzare anche noi. Non stiamo illudendo i docenti del Sud perché sappiamo benissimo che è un argomento complesso, non stiamo illudendo i docenti sui concorsi: i concorsi si faranno e i bandi sono già pronti…

‘Quindi, i docenti del Nord tornano al Sud? – controbatte la senatrice Simona Malpezzi – Voi avete oggi i posti necessari per farli tornare, per farli rientrare?’

Noi abbiamo nel contratto di Governo specifiche misure che sono il ‘tempo pieno‘ e anche le ‘classi pollaio‘ – ribatte Lucia Azzolina – Questo dovrebbe servire ad aumentare anche il numero di cattedre a disposizione. Sulla chiamata diretta vorrei dire solo una cosa: cosa ne facciamo di quei docenti di ruolo che, pur presentando il curriculum, non vengono scelti da una scuola? Comunque, li devi piazzare in qualche scuola perché chiaramente non li licenzi mica, quindi non è che abbiamo risolto il problema sulla chiamata per competenze della specificità del docente nelle scuole….’