Studio Santonicola: sui ricorsi per i docenti Afam e 180 X 3

Prosegue la rubrica di Scuolainforma, curata dallo studio legale Santonicola, nella quale forniremo – di volta in volta – una consulenza legale gratuita ai nostri lettori. Se vorrete sottoporci i vostri quesiti legali, potrete scriverci al seguente indirizzo: legale@scuolainforma.it. Risponderemo nel più breve tempo possibile in questa sezione.

Di seguito, pubblichiamo le risposte ai due quesiti pervenutici nella settimana appena trascorsa, riguardanti un possibile depennamento e un ricorso individuale per abilitazione dottori di ricerca.

Quesiti legali 24/9: lo studio Santonicola risponde

1° QUESITO

DOCENTI ITP IN SECONDA FASCIA G.I. CON CAUTELARE FAVOREVOLE E GIUDIZIO IN STAND BY, NELL’ATTESA DEL MERITO. NON POSSONO ESSERE DEPENNATI.

Gentile Avvocato, la circolare M.I.U.R. sulle supplenze, a.s. 2018/19, ha fornito indicazioni in merito agli ITP che, a seguito di contenzioso, vanno inseriti nella II fascia delle graduatorie di istituto o che vanno depennati dalla medesima. Da quello che ho capito saranno cancellati dalla seconda fascia i colleghi con sentenza/ordinanza negativa o quelli con giudizio pendente, senza alcuna pronuncia favorevole, cautelare o di merito.

Il mio caso è particolare: sono stato inserito con riserva nella seconda fascia quale insegnante tecnico pratico, a seguito di ordinanza favorevole (c.d. cautelare). Successivamente la causa, che veniva per la conferma nel merito, è stata cancellata dal ruolo, in attesa di una nuova udienza, al momento non ancora nota.

Ritiene che, in questo caso, possano estromettermi dalla seconda fascia G.I.?

Avv. Aldo Esposito. Buon pomeriggio.

Nel caso da lei descritto ritengo sarebbe illegittimo depennarla.

La cancellazione della causa dal ruolo non ha determinato la conclusione della vertenza in senso negativo. Semplicemente è stato sospeso il giudizio per dar modo ai legali di integrare la linea difensiva. Seguirà una nuova udienza di merito, a seguito di richiesta delle parti processuali.

Intanto continuerà a beneficiare dell’inserimento in seconda fascia, seppure con riserva e del correlato diritto alla stipula di contratti a termine.

2° QUESITO

Potrebbe interessarti:  Sostegno alunno diversamente abile: 'diritto sacrosanto, anche sul numero di ore'

RICORSO INDIVIDUALE PER “ABILITAZIONE DOTTORI DI RICERCA” INNANZI AL GIUDICE DEL LAVORO.

Gentile avvocato Santonicola. Il dottorato di ricerca non è al momento abilitante, sebbene titolo ritenuto valido per la partecipazione al concorso 2018, FASE TRANSITORIA, a seguito del ricorso che ho intrapreso con il suo studio. Possiamo provare il ricorso abilitazione dottori di ricerca al giudice del lavoro di Roma, per l’inserimento nella seconda fascia delle graduatorie d’istituto? Ho maturato a Roma l’ultimo servizio statale.

È vero che disponete di una sentenza romana per la quale il dottorato è abilitante?

Avv. Ciro Santonicola.

Gentile docente, il ricorso è possibile. Corrisponde al vero che disponiamo di una sentenza del tribunale civile di Roma per la quale il dottorato di ricerca è abilitante all’insegnamento. Si tratta, tuttavia, di un orientamento non vincolante, nel senso che non possiamo garantirle che tutte le magistrature del lavoro di Roma la pensino allo stesso modo.

Per accedere alle info specifiche sul ricorso o per richiedere un preventivo inoltri WhatsApp scritto al numero 3661828489.