Il cedolino NoiPA: come conoscerlo bene
Il cedolino NoiPA: come conoscerlo bene

Il cedolino NoiPA può essere facilmente compreso, seguendo le guide fornite dallo stesso portale. Ma cos’è il cedolino? Come spiega il portale, “per tutti gli amministrati gestiti da NoiPA, è disponibile il cedolino della rata stipendiale in formato elettronico, derivante dalle elaborazioni delle informazioni inerenti le competenze fisse ed accessorie”.

Come consultare il cedolino NoiPA

Il cedolino NoiPA è consultabile accedendo direttamente all’area riservata del portale, nella sezione “Documenti Personali”, inserendo le credenziali di accesso (codice fiscale e password) o utilizzando la Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Il cedolino relativo ad ogni rata rimane disponibile nell’area riservata per i 15 mesi successivi alla pubblicazione. Le informazioni presenti sul cedolino che, non avendo limiti di spazio può presentare più pagine virtuali per l’esposizione dei dettagli di pagamento e/o ritenute, sono organizzate secondo una struttura standard:

  • prima pagina, con informazioni riepilogative  quali ad esempio dati anagrafici, competenze fisse ed accessorie, dati relativi alle ritenute e alle detrazioni, imponibile, Irpef ecc..
  • seconda pagina, con elementi di dettaglio caratterizzanti le informazioni riepilogative contenute nella prima pagina e importi progressivi
  • terza pagina (se presente), con eventuali informazioni aggiuntive per l’amministrato
Potrebbe interessarti:  Rinnovo contratto statali e aumento stipendi scuola: oggi inizio lavori

Tutte le pagine del cedolino elettronico sono inoltre dotate di Codici Grafici Bidimensionali, che garantiscono la provenienza e l’inalterabilità del documento dematerializzato.

Per maggiori informazioni e dettagli sulla sua lettura potete consultare la nostra guida, tanto più che al momento alcuni link forniti da NoiPA (https://noipa.mef.gov.it/web/mypa/documenti-disponibili-documenti-personali) risultano irraggiungibili.