Le risposte ai vostri quesiti (12/11):
Le risposte ai vostri quesiti (12/11): "Giorni di ferie con sostituti e nomina CS da I Fascia"

Prosegue la rubrica di Scuolainforma, curata dall’Associazione Docenti MSA, nella quale risponderemo – di volta in volta – ai quesiti più comuni che i lettori ci pongono. In caso di dubbi o questioni irrisolte, potrete inviare le vostre domande al seguente indirizzo: faq@scuolainforma.it.

Le risposte ai vostri quesiti

1° QUESITO

Piero – Salve, sono un docente tecnico-pratico. Ho preso servizio da 2 giorni su una malattia fino al 10 di ottobre. Questa mattina mi è arrivata una convocazione da un’altra scuola, per una supplenza su un congedo fino al 21 dicembre. Io volevo lasciare la supplenza più corta per accettare quella più lunga, dato che è migliorativa, ma la segretaria mi ha detto che non posso farlo. Vorrei sapere se ha ragione e, in caso contrario, come posso far valere il mio diritto.

Scandura L – Gentile docente, la segretaria ha ragione: non è possibile lasciare una supplenza fino al 10 ottobre per una fino al 21 dicembre, in quanto l’art. 8 comma 2 del D.M. 131 del 13 giugno 2007 stabilisce che “fino al 30 aprile è possibile lasciare una supplenza, se essa non è fino al termine delle lezioni o oltre, per un incarico di durata fino al termine delle lezioni o oltre.”

2° QUESITO

Anonimo – Gentile Redazione, sono un dipendente del MIUR con invalidità civile a cui è stata riconosciuta una riduzione della capacità lavorativa superiore al cinquanta per cento. Ho diritto a 30 giorni di congedo, ma non capisco perché mi vengano applicate le decurtazioni di chi è in malattia.

Scandura L – Gentile lettore, la Direzione Generale per l’Attività Ispettiva del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, con interpello n. 10 del 8 marzo 2013, ha risposto ad un quesito analogo facendo evincere che i giorni di assenza del congedo per cure vengono retribuiti dal datore di lavoro con le regole delle assenze per malattia ai sensi del DECRETO LEGISLATIVO 18 luglio 2011, n. 119 art. 3 comma 2.