Scuola, 'Miur prenda posizione sulle precedenze 'a pagamento' nei colloqui con i docenti'
Scuola, 'Miur prenda posizione sulle precedenze 'a pagamento' nei colloqui con i docenti'

Vi abbiamo riferito, nella giornata di ieri, della singolare notizia riguardante un istituto sardo, nel quale è stato disposto il pagamento di 3 euro, da parte dei genitori, per poter ‘saltare la fila’ nei colloqui con i professori. Una notizia che è finita addirittura in Parlamento e che ha suscitato diverse reazioni politiche. A questo proposito, segnaliamo un comunicato stampa di Liberi e Uguali, contenente le dichiarazioni del segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni.

Scuola, Miur faccia chiarezza sul pagamento di 3 euro per avere la precedenza nei colloqui con i docenti

‘Sono sconcertato dalla notizia apparsa oggi su alcuni organi di informazione che in talune scuole pubbliche della Sardegna i genitori debbano pagare una quota ad una società privata per avere la precedenza nei colloqui con i docenti. – ha dichiarato Nicola Fratoianni – ‘Francamente la trovo una decisione bizzarra, che può andare bene per una compagnia aerea ma non certo per una scuola, dato che in tantissime altre scuole d’italia l’organizzazione dei colloqui scuola/famiglia è regolata attraverso il registro elettronico, senza bisogno di chiedere un balzello alle famiglie. Vogliamo vederci chiaro – ha concluso Fratoianni – chiederemo con un’interrogazione dei parlamentari di Liberi e Uguali che il ministro Bussetti ci faccia sapere cosa ne pensa e chiediamo che il Miur si attivi subito per tutte le iniziative del caso.’

Il vicepreside dell’istituto ha difeso l’iniziativa

Il vicepreside dell’istituto ha parlato di ‘cifra simbolica’, che sarebbe servita a ricompensare il lavoro della società chiamata a svolgere questa tipologia di servizio. Veniva sottolineato come i genitori, ogni anno, si lamentino perché prima di incontrare i docenti sono costretti ad attendere ore e ore davanti alla porta. ‘Ci sembra una bella idea’ – aveva sottolineato il vicepreside – ‘meglio pagare 3 euro che stare in fila ad attendere il proprio turno il giorno dei colloqui’.

Potrebbe interessarti:  Concorso Straordinario, gli insegnanti di ruolo a pieno titolo possono partecipare?