Concorso infanzia e primaria ultime notizie: i chiarimenti di Lucia Azzolina
Concorso infanzia e primaria ultime notizie: i chiarimenti di Lucia Azzolina

La deputata del Movimento Cinque Stelle, Lucia Azzolina, è intervenuta al Movifest di Trecate (Novara), tenutosi nello scorso weekend. L’esponente pentastellata ha avuto modo di parlare di scuola. Ecco uno stralcio del suo intervento, dove sottolinea, ancora una volta, l’impegno del suo partito per migliorare la drammatica situazione in cui versa la scuola pubblica italiana.

‘Negli ultimi vent’anni abbiamo fallito sull’istruzione – afferma Lucia Azzolina – e penso che su questo non ci siano dubbi. E questo Governo si ritrova a sostenere delle macerie che nel corso degli anni si sono accumulate: vi assicuro che stiamo facendo di tutto per metterci una pezza e per migliorare il sistema di istruzione italiano.’

‘Quando tornerò nella scuola, voglio trovarla migliore di quella che ho trovato’

‘Io amo la scuola, – ha sottolineato la deputata siciliana – ritornerò a scuola quando finirò questa esperienza e voglio trovare una scuola migliore di quella che ho trovato. Sarà un’impresa difficilissima perché dovremo fare i conti con il Mef, perché tanti insegnanti precari chiedono la stabilizzazione. Ma chi può dare loro torto? Ma vi rendete conto che se stabilizziamo gli insegnanti possiamo dare loro un futuro? Se tu a un lavoratore gli dai un contratto a tempo indeterminato gli permetti di avere una famiglia, di comprare una casa, gli permetti di fare girare l’economia, sono concetti che noi tutti conosciamo.’

Potrebbe interessarti:  Scuola, Legge di Bilancio 2019: ecco tutte le priorità, infanzia e Sud col circoletto rosso

Lucia Azzolina: ‘Il mondo della scuola deve capire che in 3/4 mesi non si possono fare i miracoli’

‘So che qui ci sono degli insegnanti. Però, il mondo della scuola deve capire che in 3/4 mesi di governo, noi, i miracoli, non possiamo farli e l’onestà intellettuale vuole che io ve le dica queste cose perché venire qui a promettere il mondo non sarebbe affatto corretto, ma da parte mia vi posso dire che i componenti della Commissione Cultura del Movimento 5 Stelle ce la stanno mettendo tutta per rimediare agli errori incredibili che sono stati fatti nel passato’.