Scuola, Legge di Bilancio 2019: in arrivo raffica di emendamenti, ecco quali
Scuola, Legge di Bilancio 2019: in arrivo raffica di emendamenti, ecco quali

Un capitolo del DEF, il documento di Economia e Finanza, contiene diverse misure per la scuola, che mostrano gli orientamenti del Ministero. Tra questi troviamo l’aggiornamento e la valorizzazione dei docenti e degli ATA.

Le misure del DEF per la scuola

Il DEF menziona la formazione dei docenti e del personale ATA, allo scopo di valorizzarli. Parla di nuovi strumenti per l’aggiornamento continuo, di revisione del sistema di reclutamento e di affrontare il problema dei trasferimenti. Tra le modifiche previste, ci sarà anche quella dellalternanza scuola-lavoro. Il monte previsto nel triennio subirà variazioni: nei licei si passa da 200 a 80 ore; negli istituti tecnici da 400 a 150 ore; negli istituti professionali da 400 a 180 ore. Si interverrà per rendere i percorsi il più possibile orientativi e di qualità, rispondenti a standard di sicurezza elevati e coerenti con il percorso di apprendimento. Un altro tassello, criticaro dalla FLC CGIL, è l’autonomia differenziata, ovvero l’attribuzione di forme e condizioni particolari di autonomia alle Regioni a statuto ordinario. Sono tre le regioni che hanno avviato l’iter per diventare autonome.

Altre misure previste

Altre misure sulla scuola previste dal DEF sono:

Trasferimenti: l’obiettivo è porre dei limiti ai trasferimenti per la garanzia della continuità didattica.

Internalizzazione servizi pulizia ATA: in ambito di collaboratori scolastici si studieranno misure per la loro stabilizzazione funzionale all’internalizzazione di alcuni servizi.

Concorso dirigenti scolastici: sarà rivisto il corso concorso per diventare dirigente scolastico, in modo da coprire i posti vacanti e disponibili da settembre 2019.

Potrebbe interessarti:  Scuola, precariato docenti e ATA ultime notizie: novità con l'emendamento alla LdB 2019

Concorso DSGA: sarà pubblicato un concorso per il reclutamento dei Direttori dei Servizi Generali e amministrativi (DSGA).

Dispersione: si proverà a motivare gli studenti a continuare gli studi sino al conseguimento di un titolo di scuola secondaria di II grado, anche tramite il tempo pieno e il prolungamento nel primo ciclo di istruzione.

Educazione alla Cittadinanza: il Governo intende sviluppare percorsi di cittadinanza fin dal primo ciclo di istruzione.

Inclusione: previste misure volte a garantire la piena inclusione scolastica e assicurare il diritto allo studio agli studenti diversamente abili o con bisogni educativi speciali.

PNSD: prevista la revisione del Piano Nazionale Scuola Digitale e delle modalità di disseminazione delle metodologie didattiche.

Potenziamento musica,  inglese e scienze motorie alla Primaria: saranno reclutati docenti con titoli idonei all’insegnamento della lingua Inglese, della Musica e dell’Educazione Motoria nella scuola primaria. Saranno oggetto di valutazione nuove classi di concorso e i requisiti per
accedere all’insegnamento delle medesime.

Reclutamento: saranno riviste le modalità  di reclutamento dei docenti e attivati percorsi specifici sul sostegno.

Sicurezza: il Miur ha già avviato la mappatura satellitare degli edifici solatici, per monitorare lo stato degli edifici scolastici.

Sistema 0-6: si intende avviare il potenziamento del segmento 0-6, integrando quanto previsto dalla legge 107/2015 e dal D.lgs. n. 65/17.

Sostegno: saranno attivati percorsi specifici sul sostegno.

Tecnologia: previsti investimenti e interventi sulle dotazioni tecnologiche e digitali.

Vai al testo integrale del DEF