Fondazione Villa Montesca: docenti di tutta Italia a scuola di competenze digitali

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a cura di Fondazione – Centro Studi Villa Montesca.

CITTÀ DI CASTELLO (PG) – La scuola del futuro poggia le proprie radici nell’alta valle del Tevere. A Villa Montesca di Città di Castello sta per prendere il via la sperimentazione del progetto CRISS – Certification of Digital Competences in Primary and Secondary Schools che, finanziato dall’Unione Europea all’interno del progetto Horizon2020, è orientato all’acquisizione, alla valutazione e alla certificazione delle competenze digitali nel sistema scolastico europeo. La prima fase del progetto, rivolta ai docenti delle scuole superiori, sarà avviata nel mese di ottobre e sarà orientata alla formazione gratuita per l’utilizzo di un’apposita piattaforma digitale che permetterà di studiare le materie curriculari attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie. Questo strumento, comune agli alunni di tutto il continente, accompagnerà i ragazzi all’acquisizione delle competenze digitali per un percorso di studi sempre più all’avanguardia. Numerosi insegnanti di istituti del centro Italia hanno già aderito a questa sperimentazione, ma le iscrizioni sono ancora aperte compilando il form su www.montesca.eu.

Potrebbe interessarti:  Docenti esiliati e immobilizzati, news 16/11: "Nessuna buona notizia"

Per l’anno scolastico 2018-2019, Villa Montesca sarà l’unico referente italiano per CRISS e avrà il compito di curare una formazione ad hoc orientata a fornire le capacità per portare avanti la didattica digitale, per monitorare i progressi degli alunni e per poterne poi certificare le competenze. Per preparare adeguatamente questa fase, nei giorni scorsi i rappresentanti della fondazione tifernate hanno vissuto un incontro di verifica e di confronto a Bruxelles con gli altri soggetti europei coinvolti, con il responsabile del progetto e con gli esperti della Commissione Europea. «Criss ambisce ad un modello di scuola orientato al futuro – ricorda Fabrizio Boldrini, direttore generale della Fondazione Villa Montesca, – in cui ogni studente sia in possesso di abilità digitali necessarie per entrare con successo nel mondo del lavoro. Avviamo con orgoglio questa fase di sperimentazione che ci vedrà come un punto di riferimento per l’intero sistema scolastico italiano».