Concorso infanzia primaria: validità del servizio svolto

Sul possesso del servizio utile, sulla sua valutazione e composizione, si sta catalizzando l’attenzione dei diplomati magistrali che attendono la pubblicazione del decreto ministeriale contenente il regolamento del concorso straordinario previsto dal decreto dignità. Alla luce delle prime informazioni disponibili proviamo a fare ordine sull’argomento, tenendo presente che verrà preso in considerazione solo quello che va dal 2010 in poi.

Validità dell’anno in corso e composizione del servizio

In linea di principio generale si considera valido come anno scolastico quello prestato per 180 giorni anche se non è stato svolto in maniera continuativa. La possibilità di considerare il corrente anno scolastico per il computo dei 24 mesi necessari come requisito d’accesso alla procedura concorsuale è strettamente legata alla data di pubblicazione del bando di concorso in Gazzetta Ufficiale. Appare dunque chiaro che al momento non è possibile rispondere con certezza a questa domanda. Va precisato che il periodo di 180 giorni deve essere presente per ognuno degli anni scolastici in cui è stato fatto. Pertanto, nel caso in cui fosse stato svolto in maniera difforme, ad esempio 200 giorni in un anno e 160 nell’altro, non sarà possibile considerarlo ai fini del computo dei 24 mesi.

Potrebbe interessarti:  Scuola, concorso ordinario ultime notizie: docenti con 36 mesi di servizio, serve decreto ad hoc

Servizio aspecifico

Si tratta di un’altra delle domande più ricorrenti tra gli aspiranti al prossimo concorso straordinario. La risposta si può scorgere nella bozza del decreto che contiene il regolamento del concorso. Occorre possedere il servizio specifico sulla classe di concorso per la quale si concorre. Un altro indizio è possibile individuarlo nel parere reso dal CSPI relativo al punto D della tabella dei titoli di servizio. Leggiamo infatti: D1 inserire che la valutazione del servizio sul sostegno per il concorso su posto comune e viceversa e quindi va cancellato da “l’insegnamento prestato su posti di sostegno alle alunne e agli alunni disabili è valutato solo nella specifica procedura concorsuale”. Pertanto, a chi chiede se è possibile cumulare un anno sul posto comune e uno svolto sul sostegno senza il possesso della relativa specializzazione, si dovrà dire no.

Monitoraggio attivo

La redazione di scuolainforma continuerà a monitorare la questione del concorso straordinario cercando di informare tempestivamente i propri lettori per la pubblicazione del regolamento del concorso prima e del bando poi. Sulla base dei quesiti che verranno inoltrati alla casella di posta elettronica info@scuolainforma.it verranno pubblicati degli altri contributi per rispondere sugli argomenti proposti.