Le risposte ai vostri quesiti (12/11):
Le risposte ai vostri quesiti (12/11): "Giorni di ferie con sostituti e nomina CS da I Fascia"

Prosegue la rubrica di Scuolainforma, curata dall’Associazione Docenti MSA, nella quale risponderemo – di volta in volta – ai quesiti più comuni che i lettori ci pongono. In caso di dubbi o questioni irrisolte, potrete inviare le vostre domande al seguente indirizzo: faq@scuolainforma.it.

Le risposte ai vostri quesiti

1° QUESITO

Sandra – Buongiorno ho ricevuto il mio primo incarico nella scuola elementare. Sono mamma di due figli: uno di 2 anni compiuti e l’altro di 6 anni. In caso di malattia dei miei figli cosa mi spetta? Per malattia del bambino si intendono solo i giorni in cui è presente la patologia oppure posso prendere anche i giorni successivi?

Scandura L. – Gentile docente, la gestione dei congedi per malattia è legata all’età del bambino. Infatti per i figli sotto i 3 anni (compreso il giorno del terzo compleanno) lei non ha limiti di durata per la fruizione dei congedi. Per quanto riguarda la retribuzione, questa le spetta solo per i primi 30 giorni per ciascun anno del bambino e fino al compimento del terzo compleanno. Per i figli di età compresa tra i 3 e gli 8 anni, le spettano solo 5 giorni per anno del bambino ma non sono retribuiti. 

Per malattia del bambino si intende non soltanto lo stato patologico nella fase acuta, ma anche la fase di convalescenza nella quale il bambino deve recuperare le normali condizioni psico-fisiche, al fine di prevenire possibili ricadute.

2° QUESITO

Claudia – Gentile Prof. Scandura, quest’anno sono riuscita a passare di ruolo nella scuola primaria da Gae, dopo molti anni di servizio all’infanzia. Il mio quesito è: dopo quanti anni alla primaria posso passare all’ infanzia? Devo ripetere l’anno di prova?

Scandura L. –  Gentile docente, se lei possiede specifica abilitazione sull’infanzia e supera l’anno di prova alla primaria (ruolo di appartenenza), può chiedere già dall’anno successivo il passaggio di ruolo all’infanzia. Ottenuto il passaggio di ruolo, dovrà ripetere l’anno di prova.