Concorso dirigenti scolastici: ordinanze del Consiglio di Stato in zona Cesarini

Sul concorso per dirigenti scolastici ieri è stata scritta un’altra pagina al CDS. I ricorsi che erano stati accolti dal TAR sono stati appellati dal Miur. Come da normale prassi, in seguito all’accoglimento da parte dei giudici di Palazzo Spada, le ordinanze venivano caricate sul portale della giustizia amministrativa. In esse comparivano i dispositivi mediante i quali venivano accolti in parte gli appelli con la predisposizione delle prove suppletive per i ricorrenti. E fin qui nulla di nuovo si dirà. Per spiegare dov’è la notizia in questa circostanza scomoderemo un termine molto caro ai tifosi di calcio.

Ordinanze in extremis

Suscita scalpore la tempistica con la quale veniva effettuato il caricamento sul portale di giustizia amministrativa dei provvedimenti di ammissione al concorso con riserva. L’accoglimento degli appelli è avvenuto in data 17 ottobre e la pubblicità veniva data alle ore 23:50 dello stesso giorno. La data di svolgimento delle prove suppletive era fissata il giorno dopo, giovedì 18 ottobre 2018! Una decisione sorprendente anche alla luce della fissazione, per la discussione, della camera di consiglio calendarizzat alla data del 29 novembre 2018.

Potrebbe interessarti:  Concorso straordinario: il servizio prestato nelle sezioni primavera

Tempi di reazione nulli

Mentre descriviamo il fatto le prove suppletive del concorso per dirigenti scolastici si stanno già svolgendo. Quanto è successo ha del surreale e corrobora la tesi di chi sostiene che in questo modo venga loro negato di fare le prove. Il diritto alla difesa dei ricorrenti, esercitabile con il normale preavviso della notifica dell’accoglimento con riserva, viene pregiudicato con la disposizione giunta in zona Cesarini. In che modo si può comunicare agli interessati, a poche ore dall’inizio dalle prove suppletive la novità? Con quale stato psicologico, mentale e fisiologico tali correnti potranno recarsi a sostenerle, ammesso che abbiano avuto il tempo di leggere la comunicazione che li riguarda? Lasciamo ai lettori il compito di giudicare attraverso la lettura di una di queste ordinanze emessa il 17 ottobre.