Sui titoli comprati il Miur ha annunciato un giro di vite. Queste verifiche si sono rese necessarie per accertare il possesso dei requisiti dei docenti che hanno partecipato ai concorsi. In questo contesto si inserisce una nota dolente che ha indotto diversi docenti abilitati ad inoltrare delle diffide hai diversi uffici scolastici regionali. Accade spesso che le graduatorie di merito di un concorso vengano pubblicate in ritardo. Gli uffici scolastici sono sottodimensionati, circostanza che può provocare un mancato controllo dei titoli. In redazione è giunta una lettera che segnala un caso verificatosi in Calabria. Di seguito il racconto di tutta la vicenda descritta da Enzo Gigliotti.

La lettera

Sin dall’ inizio il candidato in oggetto è riuscito a prevalere con il titolo di primo livello su altro candidato in possesso del titolo specifico vecchio ordinamento. Successivamente è riuscito ad abilitarsi senza i requisiti di servizio e del titolo per finire ad essere ammesso al concorso riuscire a vincerlo sebbene ultimo e passare a ruolo. Si tratta di un diploma di secondo livello in Musica Scienza e Tecnologia del Suono del Politecnico di Vibo Valentia, che per essere idoneo alla classe di strumento musicale deve essere congiunto a un diploma di Conservatorio vecchio ordinamento oppure a un diploma di primo livello nello specifico strumento dm 259 del 2017 che modifica e integra il DPR 29/16.

Potrebbe interessarti:  Scuola, concorso infanzia e primaria ultime notizie: i chiarimenti di Lucia Azzolina e la sentenza della Consulta

La richiesta

Al momento ancora nessun risultato nonostante qualche causa vinta dal giudice del lavoro ; ci sono delle missive inviate tramite legale all’USR e al Ministero ma ancora è tutto incerto, scrive il lettore. Il brutto è che tutto questo pare che accada nell’indifferenza più totale delle istituzioni preposte ai controlli. Viene invocato l’intervento dell’USR CALABRIA e dello stesso MIUR al fine di ripristinare le giuste condizioni, assicurando anche la disponibilità a fornire i documenti in possesso dello scrivente.