Sul sostegno e sull’ inclusione scolastica si posa la lente di ingrandimento dei sindacati. Sotto osservazione ci sono le norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità. Al riguardo l’ Unicobas Scuola ha condotto uno studio dei principali fattori di criticità contenuti nel D.LGS. n. 66/17 che hanno indotto a scrivere congiuntamente ai presidenti delle commissioni di Camera e Senato istruzione.

Richiesta di modifica del D.LGS. n. 66/17

Si comunica pertanto che è stata protocollata al MIUR, alla VII Commissione Cultura e Istruzione al Senato, alla VII Commissione Cultura e Istruzione alla Camera, la richiesta di PROROGA e MODIFICA del D.LGS 66/17. “Norme per la promozione dell’inclusione scolastica degli studenti con disabilità, a norma dell’articolo 1, commi 180 e 181, lettera c), della legge 13 luglio 2015, n. 107. (17G00074),(GU n.112 del 16-5-2017 – Suppl. Ordinario n. 23)” .

Mancano gli assistenti

Un primo fattore critico è costituito dalla dimensionamento del personale ATA, pesantemente in sofferenza in tutte le regioni italiane. I pochi collaboratori scolastici sono già gravati da numerosi impegni, tali per i quali non è possibile garantire i servizi igienico-sanitari ai bambini disabili. Viene ricordato che per tale mansione è necessario seguire un apposito corso di specializzazione. Ci si chiede se per caso il Miur, dal momento che non si sia vale più di assistenti igienico personali, abbia intenzione di incrementare il personale ATA.

Profili di incostituzionalità

Merita una trattazione a parte l’articolo 3 comma 5 del decreto legislativo in questione relativo alla ripartizione delle competenze in seno agli enti locali. I responsabili sindacali del unicobas sottolineano come la sentenza della corte costituzionale del 2010, la quale afferma “che non ci sono vincoli di bilancio che possono essere opposti a diritti costituzionalmente garantiti, quale il diritto all’istruzione”, si ponga in contrasto. In allegato il testo integrale della richiesta inoltrata alle Commissioni Istruzione e Cultura.

Proroga e modifica decreto legge 66 del 2017 (1)