I diplomati magistrali, alla vigilia della pubblicazione del decreto ministeriale in Gazzetta, si interrogano sulla validità dei diplomi a indirizzo socio-psicopedagico e sulla scuola magistrale triennale quali titoli validi alla partecipazione al concorso straordinario. A beneficio degli interessati riteniamo pertanto utile illustrare quanto richiamato nella normativa scolastica esistente circa la validità di abilitazione all’insegnamento conseguita mediante la frequenza dei corsi di studio ordinari di scuole e istituti magistrali e i corsi sperimentali quinquennali.

Validità del titolo socio psico pedagogico ante 2001-2002

A stabilire che il diploma socio-psico-pedagogico conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002 è titolo abilitante valido all’insegnamento è il Decreto Interministeriale del 10 Marzo 1997 che all’articolo 2 specifica: “I titoli di studio conseguiti al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali di scuola magistrale e dei corsi quadriennali e quinquennali sperimentali dell’istituto magistrale, iniziati entro l’anno scolastico 1997-1998, o comunque conseguiti entro l’a.s. 2001-2002, conservano in via permanente l’attuale valore legale“.

Scuola Magistrale

L’infografica in evidenza mostra l’attività condotta dalla Cisl Scuola Cuneo che ha interpellato, per le vie brevi, l’Amministrazione. La risposta ottenuta sgombra definitivamente il campo dai dubbi circa la validità della Scuola Magistrale come requisito per partecipare al concorso straordinario. Il sindacato dichiara che per la scuola dell’ infanzia, sentita per le vie brevi l’Amministrazione da parte della nostra segreteria nazionale, per “diploma magistrale con valore di abilitazione”, per i candidati al concorso straordinario per l’infanzia, è da intendersi anche il titolo di studio comunque conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002, al termine dei corsi triennali e quinquennali sperimentali della scuola magistrale.

Potrebbe interessarti:  Nuova plenaria per i diplomati magistrali

Diplomi a indirizzo linguistico

Alla luce dei chiarimenti ottenuti siamo dunque in grado di affermare che quanto disciplinato dal comma b dell’articolo 6 del decreto che a breve verrà pubblicato in Gazzetta, è da intendersi estensivo al diploma socio-psico-pedagogico e alla scuola triennale magistrale. I diplomati magistrali attendono oramai solo l’ufficialità con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale forse anche oggi stesso.