Libri tattili per educare i bambini all’uso dei cinque sensi attraverso il Crowdfunding su Eppela per l’associazione culturale ‘Le carlotte’ all’interno della call lanciata da Fondazione Carispezia. Una serie di libri tattili per educare i bambini all’uso dei cinque sensi. Questa l’idea dell’associazione culturale spezzina ‘Le Carlotte’, ispirata all’eredità di Bruno Munari. Libri, quelli ideati da Antonella, Daniele e Sara, dall’alto costo di produzione per il grande livello di artigianalità. Ecco allora la necessità del crowdfunding, teso a realizzare un laboratorio sartoriale più funzionale.
L’iniziativa fa parte di un percorso promosso da Fondazione Carispezia che, in collaborazione con Eppela, ha deciso di sostenere cinque progetti di organizzazioni no-profit del territorio della provincia spezzina e della Lunigiana, selezionati con una call lanciata a giugno.
Le Carlotte, fin dalla fondazione, si adoperano per aiutare lo sviluppo della manualità e della capacità di espressione dei bambini, per sviluppare la consapevolezza tattile e per avvicinare i bambini alla lettura fin dalla primissima infanzia, coinvolgendo anche i genitori. Nascono dalla loro attività i laboratori tattili “Toccare per apprendere” negli asili nido e nelle scuole dell’infanzia, corsi di formazione per educatori, letture nelle biblioteche e librerie e collaborazioni con altre associazioni e con professionisti dell’educazione. Per fare tutto questo l’associazione utilizza libri tattili/sensoriali, letture tattili e laboratori tattili realizzati interamente in tessuto dal laboratorio sartoriale all’interno della sede.
“Creare libri tattili – dicono dall’associazione – per noi è diventata una vera e propria mission, che portiamo avanti quotidianamente, con non poche difficoltà. Investiamo la maggior parte delle nostre risorse per realizzare un progetto che cresce ogni giorno: fino ad oggi abbiamo dovuto dire no a molte persone, perché non possiamo produrre più di un tot di libri con i mezzi a nostra disposizione. Ci mancano macchine da cucire e altre attrezzature sartoriali professionali che riducono i tempi di produzione e di conseguenza i costi dei nostri libri, quindi una parte dei fondi sarà investita per rendere il laboratorio sartoriale più funzionale”.
Oltre alla realizzazione di nuovi libri tattili parte dei fondi proveniente dal crowdfunding saranno destinati ad allargare la rete di “esploratori tattili”: sarte, ricamatrici, magliaie, educatori, psicologi, pedagogisti, associazioni, asili, scuole e quant’altro.
L’obiettivo è raccogliere 10mila euro. Come di consueto per i progetti con i mentor, al raggiungimento del 50 per cento dell’obiettivo Fondazione Carispezia contribuirà con il restante 50 per cento. Per maggiori informazioni digitare sul browser di ricerca la seguente stringa https: // www. eppela.com/it/projects/20787 -le-carlotte-esploratori-tattili

Potrebbe interessarti:  Scuola, Test Medicina: UDU 'Chiediamo al Miur immatricolazione immediata ricorrenti vittoriosi'