Nella petizione si chiede al vice primo ministro Luigi Di Maio, al vice primo ministro Matteo Salvini e al Senatore Pittoni un nuovo ciclo Pas e la stabilizzazione di chi in Terza Fascia ha una esperienza pluriennale. “Occorre fare presto. Abilitazione e stabilizzazione per la Terza Fascia”, scrivono nel comunicato stampa inoltrato alla nostra redazione.

Napoli, 27 ottobre – In poche ore la petizione promossa dall’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori (AnDDL) e dal suo presidente, il professore Pasquale Vespa è schizzata oltre quota 10mila sottoscrittori. Circa 11mila famiglie che chiedono di fare presto. Per cosa si firma? Come da sempre sostenuto da AnDDL, ancora una volta l’Associazione si trova a doverlo ribadire: valorizzazione dell’esperienza e stabilizzazione per i lavoratori docenti precari di Terza Fascia delle GI. E’ ancora possibile firmare la petizione presente a questo link ed ora si punta a quota 15mila sostenitori. “Sappiamo che il Senatore Mario Pittoni sta lavorando da mesi alla bozza del DL 59/17 e che in esso sono contenuti importanti provvedimenti che vanno incontro alle esigenze di questi lavoratori – commenta il presidente Vespa -. Sappiamo da un post pubblicato da un mese sul profilo del senatore che la bozza è pronta e disponibile alla consultazione degli interessati. Noi di AnDDL ne conosciamo le linee guida ma non i dettagli. E le linee previste dalla Lega ricalcano quanto asserito in campagna elettorale dal responsabile federale della Lega per la Scuola, il senatore Pittoni appunto, che nel frattempo, con la formazione del nuovo governo definito del cambiamento, ha assunto il ruolo di presidente della VII Commissione Cultura del Senato”. “Nella bozza di sintesi delle modifiche apportate al DL 59/17 si parla di Pas, di Pas Sostegno di modifiche al FIT con limature al decreto voluto e votato da Pd e M5s che vanno incontro sia alla Seconda Fascia che nel frattempo ha potuto partecipare al Transitorio con un concorso NON selettivo, sia alla Terza Fascia che dovrebbe seguire lo stesso percorso di chi nel 2013 si è abilitato con il Pas (percorso abilitante speciale) e poi è stato inserito in GRM a seguito del concorsone semplificato 2018”. La petizione, nel momento in cui scriviamo, ha raggiunto quota 10882 sostenitori e in essa si chiede al vice primo ministro Luigi Di Maio, al vice primo ministro Matteo Salvini e al Senatore Pittoni per l’appunto un nuovo ciclo Pas e la stabilizzazione di chi in Terza Fascia ha una esperienza pluriennale. “Le cattedre sono vuote – è il commento del professor Vespa – perchè non stabilizzare chi ci lavora da precario da anni? Pensare a nuovi concorsi per svecchiare il corpo docenti senza aver prima stabilizzato chi ormai si è fatto vecchio nell’attesa della stabilizzazione è un intollerabile insulto a chi – grazie alla propria professionalità acquisita sul campo – da anni fa funzionare correttamente la Scuola!” Sempre su Facebook, il senatore che ha raccolto per la Lega consensi a man bassa soprattutto tra i precari di Terza Fascia, il 22 ottobre scriveva: “In viaggio verso Stezzano (Bergamo). Illustrerò ddl ed emendamenti in lavorazione per la scuola…”. Dopo i post su Facebook si passi ai fatti. E’ chiaro che i precari siano in fibrillazione. Soprattutto quando le continue fibrillazioni politiche sulla tenuta del nuovo governo non aiutano a tranquillizzare i lavoratori. E’ necessario fare presto – conclude il presidente dell’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori – dare subito ai precari non abilitati la possibilità di seguire, da gennaio un nuovo ciclo Pas e lavorare per la loro stabilizzazione”.

Potrebbe interessarti:  Google insieme a Telefono Azzurro e Altroconsumo lancia Vivi Internet, al meglio