Il 18 ottobre 2018 si è svolta la prova scritta del concorso Dirigenti Scolastici a livello nazionale, tranne che per i colleghi della Sardegna. In data 17 ottobre, a poche ore dall’espletamento della prova, un’ordinanza del Sindaco di Cagliari ha disposto la chiusura di tutti gli uffici pubblici. Tale decisione è stata presa a seguito dell’allerta meteo diramata dalla Protezione Civile per la messa in atto di misure di prevenzione del rischio idrogeologico. Conseguentemente a quanto esposto, l’USR Sardegna rinvia a data da destinarsi la prova scritta del concorso per DS.

La mozione 

I consiglieri regionali Satta, Ledda, Dessì e Lancioni del Partito Sardo d’Azione si sono occupati della problematica delle prove scritte del concorso nazionale per Dirigenti Scolastici. I quattro consiglieri, nella mozione n.456, riportano i fatti che hanno determinato l’impossibilità di partecipare alle prove da parte dei docenti sardi. Essi hanno pure  ipotizzato che le procedure possano avere determinato una disparità di trattamento.

Potrebbe interessarti:  Concorso DS 2011, Confintesa si appella al Presidente della Repubblica chiedendo un intervento d’urgenza

I punti focali della mozione

Nella stessa mozione chiedono un impegno al Presidente della Regione e alla Giunta Regionale su questi punti:
1) Fare piena luce sui criteri e sulle procedure che hanno portato a una simile disparità di trattamento nello svolgimento del concorso in oggetto e porvi rimedio;
2) Chiedere urgentemente al Ministero competente di riammettere nei termini i concorrenti sardi, prevedendo con decreto lo svolgimento della prova rinviata per gli stessi. In alternativa, visto che la causa di forza maggiore di cui all’articolo 8 del bando si è verificata, sollecitare l’annullamento della prova e il nuovo svolgimento della stessa per tutti i partecipanti nazionali. Questo onde evitare che i concorrenti sardi già selezionati dalle prove precedenti, vedano vanificati i loro sacrifici rimanendo esclusi dalla selezione, arrecando grave nocumento agli stessi e all’intera isola.

Non ci resta che attendere le decisioni circa le sorti degli aspiranti Dirigenti Scolastici della Sardegna…