Scuola, vicenda choc a Brescia: maestro 40enne arrestato dai Carabinieri

Un insegnante 40enne della Valsabbia è stato arrestato dai carabinieri della Compagnia di Salò (Brescia) con l’accusa di violenza sessuale ai danni di minori: l’arresto è avvenuto mentre il docente si trovava a scuola. Il maestro avrebbe molestato una bambina di otto anni che frequenta l’istituto dove lavora l’insegnante. Sono stati i genitori della bimba, preoccupati del suo insolito comportamento, a denunciare l’uomo.

Maestro arrestato a scuola: è accusato di violenza sessuale

Secondo gli investigatori non si sarebbero verificati degli atti sessuali veri e propri, il maestro avrebbe, comunque, avuto delle attenzioni particolari nei confronti della bambina di 8 anni e si sarebbe lasciato andare ad alcuni palpeggiamenti.
Il docente è stato condotto in carcere e messo in isolamento per evitare il contatto con gli altri detenuti, contatto che avrebbe portato a pericolosissime conseguenze. Il 40enne è stato già ascoltato dal gip Elena Stefana nel corso dell’udienza di convalida che si è svolta in carcere a Brescia.
L’insegnante ha negato gli addebiti che gli sono stati contestati al momento dell’arresto dal pubblico ministero di turno. Il giudice Elena Stefana si è riservata sulla convalida e dovrebbe depositare la propria decisione nella giornata di domani.
Non si tratta del primo caso, purtroppo, nella provincia di Brescia: in passato il preside di un istituto superiore venne accusato di aver ottenuto rapporti sessuali da un suo studente minorenne in cambio di denaro. Secondo l’accusa, avrebbe pagato al ragazzo oggi maggiorenne una parte della quota del viaggio di istruzione organizzato dalla scuola.

Potrebbe interessarti:  Siena, a scuola con la droga: scattata denuncia per uno studente