Stipendi scuola: aumenteranno nel 2019, novità dalla LdB
Stipendi scuola: aumenteranno nel 2019, novità dalla LdB

Stipendi personale della scuola: che succederà nel 2019, quando è prevista la scadenza del CCNL? Nella bozza della legge di bilancio, è previsto lo stanziamento di fondi per rinnovare il CCNL per il prossimo triennio 2019-2021. Ma non solo. Si prevede anche la copertura dell’elemento perequativo a partire dal 1° gennaio 2019 e la cosiddetta indennità di vacanza.

Stipendi, stanziamenti rinnovo CCNL 2019/2021

Per quanto riguarda gli stanziamenti del rinnovo del CCNL 2019/21, possiamo trovare gli importi all’articolo 34 della bozza. Sono previsti:

  1. 100 mln di euro per il 2019;
  2. 1.425 mln di euro per il 2020;
  3. 1.775 mln di euro a partire dal 2021.

Ma che dire dell’elemento perequativo introdotto dal CCNL 2016-18, e in scadenza a dicembre 2018? Ricordiamo che il suo scopo era garantire a tutti i dipendenti della PA un aumento stipendiale di 85 euro. Motivo per cui, il Contratto prevedeva un incremento del 3,48%. Eliminarlo, significherebbe che le buste paghe del personale della scuola, in media, perderebbero circa 20 euro. Ma la bozza della legge di Bilancio, assicura il mantenimento dell’elemento perequativo.

Novità sull’indennità di vacanza contrattuale

Sempre dalla bozza della legge di bilancio, apprendiamo che in attesa del rinnovo del contratto, ci sarà l’indennità di vacanza contrattuale. L’articolo 47 bis, comma 2, del D.lgs. 165/01, predispone che “In ogni caso a decorrere dal mese di aprile dell’anno successivo alla scadenza del contratto collettivo nazionale di lavoro, qualora lo stesso non sia ancora stato rinnovato e non sia stata disposta l’erogazione di cui al comma 1, è riconosciuta ai dipendenti dei rispettivi comparti di contrattazione… una copertura economica che costituisce un’anticipazione dei benefici complessivi che saranno attribuiti all’atto del rinnovo contrattuale.”

Potrebbe interessarti:  Bonus merito, ecco le modalità di pagamento

Ciò significa che se ad aprile 2019 il CCNL non sarà stato ancora rinnovato, verrà riconosciuta l’indennità di vacanza contrattuale, che corrisponde allo 0,42 per cento dal 1° aprile al 30 giugno 2019 e allo 0,7 per cento da luglio 2019 in poi. Si rammenta che la bozza della LdB, è appunto una bozza. Quindi potrebbe subire delle modifiche in fase di approvazione. Riforma concorso scuola, notizie 31/10: verso la modifica di un pezzo della legge 107