Mobilità 2019/20 e titolarità docenti: con la LdB si cambia rotta
Mobilità 2019/20 e titolarità docenti: con la LdB si cambia rotta

Mobilità scuola 2019/20 e titolarità dei docenti: la bozza della Legge di Bilancio porta diverse novità che vanno di fatto a modificare la legge 107. La prima potrebbe avere un contratto triennale e la titolarità dei docenti su ambito potrebbe essere abolita. Perché usiamo il condizionale? Perché la legge, ricordiamo, non è ancora stata approvata. Ciò significa che il contenuto della bozza potrebbe ancora subire delle modifiche.

Mobilità 2019/20 scuola: le novità

La legge di Bilancio prevede tre novità per quanto riguarda la mobilità 2019/20 della scuola:

  1. il CCNL sulla mobilità sarà triennale;
  2. i docenti potranno partecipare ogni anno ai movimenti (trasferimenti e passaggi di ruolo/cattedra), ad esclusione di quelli che avranno ottenuto la mobilità su una delle scuola richieste a domanda;
  3. i docenti che hanno ottenuto una delle scuole richieste volontariamente, non possono chiedere un nuovo trasferimento o passaggio prima di tre anni dalla domanda precedente.
Potrebbe interessarti:  NastriniLiberiUniti: 12 Novembre presidio docenti in piazza Montecitorio

Titolarità su ambito: abolita?

La LdB (bozza) contiene anche un passaggio legislativo relativo alla titolarità dei docenti. ‘A decorrere dall’anno scolastico 2019/2020, le procedure di reclutamento del personale docente e quelle di mobilità territoriale e professionale non possono comportare che ai docenti sia attribuita la titolarità su ambito territoriale’. Di fatto, la titolarità su ambito verrebbe abolita e tutti i docenti assunti otterrebbero il trasferimento/passaggio su scuola. Ma queste non sono le uniche notizie riguardanti il mondo della scuola. Altre novità sono previste sia per il concorso ordinario (e quindi le assunzioni) e per gli Stipendi nella scuola.