Personale ATA, come si può iniziare a lavorare

Come si può iniziare a lavorare in qualità di ATA? Forniamo qui alcune indicazioni utili per intraprendere la carriera in uno dei profili del personale amministrativo, tecnico e ausiliario delle scuole. Elenchiamo i titoli di studio utili, i lavori che si possono svolgere, come si può venire essere assunti, partendo col dire che generalmente si comincia dalle supplenze essendo inseriti nelle graduatorie di III fascia. Caso più complicato ma possibile è poi la domanda di messa a disposizione (Mad). Per le immissioni in ruolo si utilizzano invece le graduatorie di I fascia (24 mesi ovvero 23 mesi e 16 giorni di servizio).

ATA, i titoli di studio utili

I titoli di studio variano da profilo a profilo, generalmente si parte da una qualifica triennale per arrivare alla laurea vecchio ordinamento o specialistica/magistrale per ciò che riguarda il Dsga. In linea di massima si può dire che oltre ai titoli di studio possono essere assunti anche coloro che rientrano tra quelli che hanno diritto a derogare dal
possesso di tale titolo perché già inclusi in una precedente graduatoria o perché hanno prestato almeno 30 giorni di servizio nel profilo o area di laboratorio.

Le mansioni ATA e dove si lavora 

Non tutti i profili possono essere presenti in tutte le scuole. All’area A appartengono i collaboratori scolastici (CS) presenti in tutti gli istituti; all’area As appartengono gli addetti alle aziende agrarie (CR) che si trovano solo negli istituti agrari; all’area B, la più vasta, appartengono gli assistenti amministrativi (AA) presenti in tutte le scuole, gli assistenti tecnici (AT) presenti solo nelle scuole secondarie di II grado, poi i cuochi, gli infermieri, i guardarobieri che sono più arri anche perché si trovano solo nei convitti/educandati.

Potrebbe interessarti:  Personale ATA, si chiedono nuove assunzioni e aumento stipendi

Graduatorie di III fascia ATA e Mad per supplenze

Con gli opportuni titoli sopra detti ci si può inserire nelle graduatorie di III fascia, l’ultimo bando è scaduto il 30 ottobre 2017, il prossimo sarà tra 3 anni. Le graduatorie di III fascia danno la possibilità di iniziare a svolgere incarichi di supplenza con contratti a tempo determinato generalmente fino al 30 giugno o al 31 agosto. Ci possono essere poi supplenze molto più brevi anche di pochi giorni. Altro modo per svolgere supplenze ATA, se non si è in graduatoria, è la Mad. Le scuole possono chiamare da Mad nel caso in cui risultino esaurite le graduatorie (evenienza difficile per i numeri alti di aspiranti presenti in  graduatoria di III fascia).