Bimbi stranieri a scuola

Si accendono le polemiche dopo l’approvazione, da parte della giunta comunale di Trieste, del nuovo regolamento relativo alle scuole dell’infanzia. Tra i punti più controversi, quello di fissare un tetto massimo del 30% di alunni stranieri per ogni classe.

Trieste, nuovo regolamento scolastico al vaglio del Consiglio comunale

La misura, contenuta nell’articolo 7 del succitato regolamento, mira a “garantire un’offerta educativa qualitativamente appropriata per tutti i bambini”.

A destare perplessità è anche l’articolo 5, che prevede la presenza del crocifisso in tutte le scuole e l’insegnamento della religione cattolica “quale principio fondante l’attività”. Le famiglie potranno decidere se far seguire le lezioni di religione ai propri figli (in assenza, varrà la regola del silenzio assenso).

Prima di arrivare in Consiglio comunale, il documento dovrà essere vagliato dalle varie Circoscrizioni. La capogruppo del Pd in V circoscrizione, Maria Luisa Paglia, ha definito il regolamento come “propaganda fatta sulla pelle dei bambini”. Sulla questione è intervenuto anche il Garante regionale dei diritti della persona, Walter Citti, che ha ravvisato come la misura che prevede un tetto del 30% di stranieri sia “obiettivamente suscettibili di veicolare e rafforzare, nell’opinione pubblica, un messaggio potenzialmente stigmatizzante e di esclusione”.

Potrebbe interessarti:  Emendamento Lega per accantonamento posti anche nel 2019/2020
Articolo precedenteConcorso straordinario infanzia e primaria, bando in GU: Bussetti ‘Ora anche quello ordinario’
Articolo successivoConcorso straordinario infanzia e primaria: i casi di esclusione
Imprenditore digitale dal 2015, si occupa attualmente della gestione di diversi siti web. Specializzato nelle più avanzate tecniche SEO e di Copywriting, collabora – come ghostwriter – con alcune note aziende italiane nell'ambito del settore pubblicitario. Giornalista pubblicista, ha iniziato a collaborare dall'età di 16 anni con i primi quotidiani locali. Tra le sue esperienze in questo settore, si annoveranno quelle con 'Gazzetta del Sud', 'Confronto', 'Calabria Ora' e 'Corriere dello Sport'. Laureato in Giurisprudenza, in passato ha ricoperto i ruoli di addetto stampa e assistente parlamentare. Tra le altre cose, ama lo sport a 360 gradi, il buon cibo e la musica. Citazione preferita: "Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l'opera finisca senza applausi..." - Charlie Chaplin