Comitato idonei infanzia, primaria e secondaria Concorso 2016:

Domani, lunedì 12 Novembre 2018, il comitato idonei infanzia, primaria e Scuola Secondaria Concorso 2016, davanti al Miur, protesterà per chiedere l’immissione in ruolo di tutti gli idonei alla tornata concorsuale 2016. Ecco di seguito il comunicato stampa.

Comitato Idonei infanzia, primaria, Scuola Secondaria concorso 2016, chiedono immediato intervento al governo nella legge di stabilità e in mille proroghe: “Quegli idonei devono essere assunti in ruolo”

Gli idonei Infanzia, Primaria e Secondaria Concorso 2016 chiedono al Ministro Bussetti di mettere nero su bianco un diritto al ruolo che essi rivendicano dopo aver superato un concorso Ordinario, altamente selettivo, Discussione in aula e assunzione di responsabilità ben precise e chiare. Assunzione già riconosciuta con decreto 334 ter e bis, che ha riconosciuti lo sbarramento del 10% e l’apertura all’assunzione degli idonei.

Il punto è che non bastano gli anni concessi! È necessaria e urgente una proroga delle GM/elenchi graduati comprensivi degli idonei per poter assumere tutti gli idonei portatori sani di un diritto al ruolo, non uno di meno.

Dunque, pronti ancora una volta a manifestare presso il MIUR il 12 Novembre, dalle ore 9.30 alle 13.30 e ad incontrare non solo il mondo della scuola ma anche quello politico con una delegazione.

Gli idonei concorso 2016 tornano a farsi sentire, ribadendo, anche al Ministro Bussetti, a chiare lettere, i punti già presentati al Presidente Pittoni e al MIUR nonché all’Onorevole Azzolina e Gallo, ben chiari in ogni percorso.

Gli idonei sulla base di un preciso presupposto e decreto di legge che chiariva, nel dicembre 2017, con legge 334 bis e ter, e non a margine che avevano un diritto, oggi rivendicano ancora lo stesso diritto chiedendo ulteriore proroga GM ed elenchi graduati in mille proroghe e nero su bianco la loro assunzione, non uno di meno, in legge di stabilità.

In altri termini, la P.A. dovrà necessariamente procedere all’assunzione degli stessi con lo scorrimento della graduatoria di merito e degli elenchi ove risultano utilmente inseriti anziché indire una nuova tornata concorsuale in virtù del diritto di assunzione cristallizzato. Solo dopo si potrà bandire un nuovo concorso ordinario. Il punto è che non in tutte le regioni l’anno di proroga concesso alle GM/elenchi compresi di idonei basta ad assumere tutti gli idonei concorso 2016 che vedrebbero così privarsi di un loro diritto anche rispetto alla discriminazione fra gli idonei stessi già assunti. La proroga di altri anni e’ necessaria e funzionale e va messa ora e nero su bianco.

Potrebbe interessarti:  Congresso del 14 e 15 dicembre: comunicato stampa Associazione Italiana Dislessia

Tenuto conto che, per pacifica giurisprudenza, “.. è illegittima la delibera con la quale una P.A. indice un concorso pubblico, piuttosto che utilizzare una graduatoria di un precedente concorso per la copertura dei posti banditi, nel caso in cui la stessa graduatoria sia stata in precedenza utilizzata per la copertura di altri posti e la scelta di procedere per gli ulteriori posti con un nuovo concorso non trovi alcuna ragionevole giustificazione, ponendosi in contrasto con il già avvenuto utilizzo della graduatoria.” (Cons. Stato, Ad. Plenaria, sent. n. 14 del 28.11.2011; Cons. Stato, Sez. V, sent. n. 13954 del 4 marzo 2011; Cons. Stato, sez. VI, sent. n. 668 del 19 febbraio 2010, si evince che un nuovo concorso ordinario non può essere bandito se non vengono assunti prima tutti gli idonei infanzia, primaria e secondaria del precedente concorso 2016. Lo sostengono da sempre a gran voce, convinti del loro diritto.

Saranno lunedì 12 novembre al Miur, chiedendo immediato intervento al governo nella legge di stabilità e in mille proroghe

Firmato
Tutela idonei infanzia e primaria concorso 2016
Comitato degli Idonei per la Scuola Secondaria