concorso straordinario, insegnanti di ruolo a pieno titolo

La piattaforma Polis Istanze Online ha dato il via alla presentazione della domanda di partecipazione al Concorso Straordinario. Ma gli interrogativi continuano ad affiorare. Uno di questi concerne tutti quegli insegnanti che sono già stati immessi in ruolo a pieno titolo. Possono anch’essi partecipare?

L’importanza dell’art. 10 comma 5 del bando

La risposta a questo ennesimo quesito sta nell’art. 10 comma 5 del bando. L’articolo in esame infatti specifica la sottoposizione ad un periodo di prova e formazione di coloro che saranno immessi in ruolo sulla base della graduatoria di merito straordinaria regionale stilata dalla commissione di valutazione. Il comma 5 però prosegue anche escludendo dallo svolgimento di questo periodo, “i docenti che abbiano già superato positivamente il predetto periodo, a pieno titolo o con riserva, per il posto specifico”. Ancora una volta dunque corre in aiuto sempre questa disposizione. Non solo ammette a parteciparvi chi avesse precedentemente ottenuto il ruolo con riserva e ne avesse superato il periodo di prova (sempre con riserva), ma ammette a prendervi parte, sempre in maniera implicita ma chiara, anche chi fosse stato reclutato a tempo indeterminato a pieno titolo, superandone il relativo periodo di prova.

Potrebbe interessarti:  Scuola, assunzioni docenti 2019/2020 ultime notizie: sarà turnover al 100% sulle cattedre

Perché dovrebbe partecipare un docente di ruolo a pieno titolo?

Senza basarci ora su una spiegazione prettamente giuridica, potrebbe sorgere spontaneo chiedersi che motivazione potrebbe avere un insegnante già di ruolo, e per di più a pieno titolo, per decidere di partecipare al Concorso Straordinario. Analizzandone dunque alcune possibili risposte, va ricordato innanzitutto che si tratta di un concorso su base regionale. Potrebbe quindi essersi presentata l’eventualità di un’insegnante di ruolo che non abbia ottenuto la mobilità presso altra regione. Perché dunque non tentare la strada del Concorso Straordinario per ottenere il ruolo nella regione d’interesse? Oppure potrebbe anche trattarsi del caso di un’insegnante di ruolo che intende concorrere per altra classe di concorso rispetto a quella su cui ricopre il ruolo stesso. Queste possono essere alcune casistiche interessanti da non trascurare.