Il cedolino NoiPA: come leggere le sue sezioni, guida illustrata

Il cedolino NoiPA elettronico è a disposizione di tutti i dipendenti della PA: ma come leggere tutte le sezioni da cui è composto? Lo stesso portale ha messo a disposizione una guida in formato pdf illustrata, in cui mostra nel dettaglio il significato delle varie voci del cedolino. Ricordiamo che fanno capo a NoiPA circa un milione e mezzo di dipendenti. La struttura del cedolino NoiPA è standard e si divide in 2 pagine principali. La prima pagina è riepilogativa, mentre la seconda entra nei dettagli informativi. Per il mese di novembre 2018, il cedolino dovrebbe essere pubblicato nei prossimi giorni.

Come si legge la prima pagina del cedolino NoiPA

La prima pagina del cedolino NoiPA si divide in 4 sezioni: intestazione, area informativa superiore, dati riepilogativi della retribuzione e area informativa inferiore. Ecco come leggerla:

1. INTESTAZIONE

In questa sezione, oltre al logo del Ministero dell’Economia e Finanze, troviamo le informazioni identificative del cedolino:

  • RATA DI RIFERIMENTO, indicativa di mese e anno di retribuzione
  • ID CEDOLINO, con numerazione progressiva convenzionale

2. AREA INFORMATIVA SUPERIORE

In questa sezione ci sono le informazioni anagrafiche del dipendente, dell’Ente di appartenenza, della posizione giuridico economica del lavoratore, il dettaglio delle detrazioni e gli estremi di pagamento.

  • ANAGRAFICA DEL DIPENDENTE: contiene cognome e nome, codice fiscale, data di nascita, domicilio fiscale e numero di partita dell’intestatario del cedolino. Il numero di partita è un codice di iscrizione che identifica in modo univoco il dipendente nel sistema NoiPA.
  • ENTE DI APPARTENENZA: riporta i dati dell’amministrazione di appartenenza ovvero ufficio responsabile, codice fiscale dell’Ente e ufficio di servizio.
  • POSIZIONE GIURIDICO ECONOMICA: sono i dati giuridico-economici del dipendente quali il livello di inquadramento professionale, la tipologia di liquidazione spettante (TFS/TFR), la tipologia del contratto di lavoro (ad es. tempo indeterminato), la qualifica professionale e la Cassa Previdenziale cui il lavoratore è iscritto. A titolo esemplificativo il primo carattere del codice della qualifica individua il comparto di contrattazione collettiva di appartenenza, come ad esempio: “X” identifica il comparto Ministeri; “K” il comparto Scuola, “L” i Dirigenti, “H” i Magistrati, “W” i vigili del Fuoco, ecc. I dati della posizione giuridico economica sono evidenziati nell’immagine sottostante.
  • DETTAGLIO DELLE DETRAZIONI: i dati indicano l’importo totale delle detrazioni di base e per carichi di famiglia. Tale importo diminuisce l’imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) calcolata, in base alle aliquote vigenti, sull’imponibile fiscale al netto delle ritenute previdenziali.
  • ESTREMI DI PAGAMENTO: sono le informazioni sulle modalità di pagamento dello stipendio (ad es. accredito su c/c bancario, codice IBAN, indirizzo filiale e data di esigibilità della valuta).
Potrebbe interessarti:  NoiPa ultime notizie: in arrivo nuovo servizio per identità SPID, il comunicato ufficiale

3. DATI RIEPILOGATIVI DELLA RETRIBUZIONE
In questa sezione sono indicati gli importi totali riguardanti:

  • COMPETENZE FISSE: stipendio base e altri assegni
  • COMPETENZE ACCESSORIE: assegni accessori
  • RITENUTE: suddivise in previdenziali e fiscali e altri tipi di ritenute
  • CONGUAGLI PREVIDENZIALI E FISCALI

Viene data evidenza dei totali lordi e netti, e anche del quinto cedibile.

4. AREA INFORMATIVA INFERIORE
La sezione contiene gli importi progressivi e i codici bidimensionali necessari alla certificazione del cedolino.

  • IMPORTI PROGRESSIVI: l’imponibile e l’IRPEF dell’anno corrente (AC), l’imponibile e l’IRPEF dell’anno precedente (AP) e le aliquote IRPEF media e massima.

La seconda pagina del cedolino NoiPA
Anche la seconda pagina del cedolino è composta da 4 sezioni e conteine le informazioni riepilogative presenti nella prima pagina e altri dettagli:

1. INTESTAZIONE DEL CEDOLINO
Riporta gli stessi campi dell’intestazione della prima pagina.

2. AREA INFORMATIVA SUPERIORE
Riporta le stesse informazioni già presenti nella prima pagina.

3. DATI DI DETTAGLIO DELLA RETRIBUZIONE

  • COMPETENZE FISSE: stipendio e altri eventuali assegni (ad esempio indennità di amministrazione, assegno al nucleo familiare, arretrati a credito, ecc.)
  • COMPETENZE ACCESSORIE: ogni tipo di assegno accessorio (ad es. per lavoro straordinario)
  • RITENUTE: previdenziali, fiscali al netto delle detrazioni e altri tipi di ritenute (ad es. ritenute sindacali)
  • CONGUAGLI FISCALI E PREVIDENZIALI: ad es. addizionale regionale all’IRPEF, addizionale comunale saldo e addizionale comunale acconto, ecc.

4. AREA INFORMATIVA INFERIORE

Riporta gli stessi importi progressivi della prima pagina.

Per altri dettagli potete consultare anche la guida già presente sul nostro portale.

NB: per il comparto Sanità, vedere la guida a parte sul portale NoiPA