Aumento degli stipendi per docenti e ATA: i soldi ci sono
Aumento degli stipendi per docenti e ATA: i soldi ci sono

Marco Bussetti conferma che le risorse per il rifinanziamento perequativo destinato all’aumento degli stipendi per docenti e ATA è in Legge di Bilancio (leggi anche: Legge di Bilancio 2019 e Buona Scuola: le differenze).

Ieri, 14 novembre, il Ministro dell’Istruzione ha presentato alla Camera le norme inserite nel documento ufficiale che verrà presentato da Governo nei prossimi giorni.

Le parole del Ministro 

“Ho mantenuto l’impegno che avevo preso”. Queste le parole di Bussetti che aggiunge: “Verranno stanziate importanti risorse aggiuntive, più di 1,7 miliardi di euro all’anno. Questo per consentire da subito una ripresa della contrattazione e un nuovo adeguamento degli stipendi, che la relazione tecnica stima in un aumento superiore all’ 1,9%. Questa cifra dovrebbe essere leggermente superiore alle precedenti voci che prevedevano un aumento effettivo in busta paga di una cifra pari a circa 8,00 euro al mese. È in corso un dialogo costruttivo con le organizzazioni sindacali. Questo per far sì che il prossimo contratto giunga presto e dia un’adeguata risposta alle attese della categoria e all’esigenza di funzionalità delle scuole”.

Potrebbe interessarti:  Terza fascia Ata: quando si potrà presentare la prossima domanda

Ridefinita l’alternanza scuola lavoro per ottenere l’aumento degli stipendi

“Confermato a regime l’elemento perequativo per evitare la riduzione degli stipendi dei pubblici dipendenti che altrimenti si sarebbe verificata da gennaio 2019. A beneficiare di questa misura saranno, in particolare, il personale docente e Ata della scuola. È per questo che il Ministero ha contribuito a finanziarla, anche attraverso la revisione dei percorsi di alternanza scuola-lavoro per gli studenti”.