UNHCR, videocontest per le scuole:
UNHCR, videocontest per le scuole: "prof e studenti mettete in scena l’accoglienza!"

Un comunicato stampa di UNHCR che lancia un videocontest rivolto alle scuole sul tema dell’accoglienza!

UNHCR lancia un videocontest rivolto alle scuole: prof e studenti mettete in scena l’accoglienza!

L’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati, all’interno del progetto “Viaggi da Imparare”, propone un concorso indirizzato alle scuole superiori per la realizzazione di un video ispirato al tema dell’accoglienza. Il video vincitore diventerà uno degli spot ufficiali di UNHCR per la Giornata Mondiale del Rifugiato 2019!

Roma, 15 Novembre 2018 – Come raccontare, tra una lezione e l’altra, il tema dell’accoglienza attraverso un linguaggio creativo, audiovisivo, che sensibilizzi i giovani? È questa la sfida lanciata dall’UNHCR, Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, a insegnanti e studenti delle scuole superiori di tutta Italia.

A partire dal 15 novembre, andando all’indirizzo http://concorso.viaggidaimparare.it/ (all’interno del sito Viaggi da Imparare, realizzato da UNHCR in collaborazione con il MIUR) le scuole potranno trasformare la loro idea in spot.

Una volta iscritte nella sezione dedicata del sito, le classi avranno la possibilità di seguire un percorso interattivo a step fatto di quiz, contenuti educational, storie e testimonianze reali di ragazze e ragazzi rifugiati.

Alla fine i partecipanti saranno invitati a pensare, scrivere e creare la propria storia sul tema dell’accoglienza attraverso un video della durata massima di 2 minuti. Una giuria, composta dai ragazzi e dalle ragazze rifugiati/e protagonisti delle storie di “Viaggi da imparare” decreterà la classe vincitrice tra i primi 10 video più votati. Il video vincitore diventerà uno degli SPOT ufficiali di UNHCR per la Giornata Mondiale del Rifugiato 2019 (20 giugno).

Il progetto didattico ha l’obiettivo di sviluppare consapevolezza e conoscenza sul tema dei rifugiati, stimolare la partecipazione dei ragazzi, sviluppando la cultura della solidarietà e dell’accoglienza presso un pubblico più giovane.

Ogni due secondi, nel mondo, una persona è costretta ad abbandonare la propria casa in fuga da guerre, persecuzioni e violazioni dei diritti umani: sono oltre 68 milioni le persone sradicate dalle proprie terre. Oltre la metà sono minori, ragazzi e ragazze in età scolare.

Potrebbe interessarti:  Scuola, UDU: ecco i dati dell'indagine Eurostudent 2016/2018

“E’ importante che i ragazzi e le ragazze abbiano l’occasione di conoscere e capire meglio cosa significa essere rifugiati in maniera creativa e libera da pregiudizi e stereotipi – commenta Carlotta Sami, portavoce dell’UNHCR per il Sud Europa. “Questo concorso vuole stimolare il coinvolgimento emotivo di studenti e professori, esponendo gli studenti a storie di ragazzi che alla loro età, o anche più piccoli, sono stati costretti a lasciare tutto e a rischiare la propria vita per cercare un posto sicuro dove poter ricominciare. Ci auguriamo che la partecipazione in prima persona delle giovani generazioni possa fornire un contributo fondamentale alla diffusione della cultura dell’accoglienza e coinvolgere indirettamente anche le loro famiglie”.

Ulteriori dettagli sul concorso:

Apertura del concorso: 15 novembre 2018

Termine per l’invio delle opere: 15 aprile 2019

Proclamazione classe vincitrice: entro il 15 maggio 2019 sul sito http://concorso.viaggidaimparare.it/

Per ulteriori informazioni contattare:

Anna Del Piccolo, OPRG, 335 8470267, anna.delpiccolo@omnicomprgroup.com

Alessandra Quintavalla, OPRG, 02 62411911, alessandra.quintavalla@omnicomprgroup.com

UNHCR

Istituito nel 1950 dall’Assemblea Generale, l’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati (UNHCR) ha il compito di guidare e coordinare a livello globale tutte le azioni volte a garantire la protezione internazionale e l’assistenza materiale ai rifugiati e alle altre persone che rientrano nel proprio mandato, impegnandosi ad individuare soluzioni durevoli.

L’UNHCR è operativo in tutto il mondo – direttamente o attraverso partner – in programmi di protezione e assistenza umanitaria.

Compito fondamentale dell’Agenzia è quello di sostenere gli Stati nel cercare soluzioni durevoli che aiutino le persone rifugiate a ricostruire le loro vite in condizioni di sicurezza e dignità, attraverso il ritorno volontario nei Paesi di origine, l’integrazione nel Paese d’asilo o il reinsediamento in un Paese terzo.

In oltre 65 anni di attività, l’Agenzia ha aiutato più di 70 milioni di persone a ricostruire la loro vita. Per questo le sono stati riconosciuti due premi Nobel per la Pace, nel 1954 e nel 1981.

Con uno staff di oltre 11.000 persone che lavorano in 128 Paesi, l’UNHCR è una delle principali agenzie umanitarie al mondo.